Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Dallas in difficoltà: le parole di papà Sasa sul futuro di Luka Doncic

NBA
©Getty

Il momento dei Mavericks non è proprio felicissimo, visto le 4 sconfitte collezionate nelle ultime 5 gare, anche in virtù dell'assenza - in tre di queste - di Luka Doncic. Ma le parole del padre del giocatore, in visita nella città texana, hanno rassicurato tutti:  "Mio figlio è molto felice", ha fatto sapere. E ora che Doncic è tornato in campo, a Dallas ci si aspetta che tornino anche le vittorie

I Dallas Mavericks sono lì, quarti a Ovest, dietro alle due squadre (Golden State e Phoenix) che stanno incantando tutti, e dietro solo agli Utah Jazz (la miglior squadra NBA della scorsa regular season). Eppure non tutti sembrano felici dell'avvio di stagione della squadra di coach Jason Kidd, che ha sì un record vincente (10-8) ma che soprattutto ultimamente (4 sconfitte nelle ultime 5 gare disputate) ha messo in evidenza ben più di una debolezza. E quando a Dallas le cose non vanno benissimo, c'è subito grande attenzione sugli umori della superstar dei Mavs, Luka Doncic, recentemente assente per tre partite - tutte perse - per un doppio problema a caviglia e ginocchio. Infortunio a parte, però, la superstar slovena che viaggia a 25.5 punti a sera, con oltre 8 assist e 8 rimbalzi di media, sembra tutto sommato soddisfato dell'andamento dei suoi Mavs, e anche dei progressi nella sintonia con l'altra star della squadra, Kristaps Porzingis. 

Come sta Luka? Le parole del padre Sasa

leggi anche

Doncic, infortunio a caviglia e ginocchio sinistro

"Felice? È più che felice", ha assicurato uno che Doncic lo conosce bene, suo padre Sasa, recentemente in visita in Texas. "Ho visto il sorriso che ha in volto e ho capito che qui sta bene, è soddisfatto. E per un padre non c'è niente di più bello che vedere il proprio figlio contento". Anche per i tifosi dei Mavericks, che al loro n°77 chiedono di guidare finalmente la squadra a una corsa ai playoff significativa. Che potrebbe iniziare proprio dall'avere il fattore campo al primo turno.