Please select your default edition
Your default site has been set

Draft NBA, Paolo Banchero prima scelta assoluta? Il piano degli Orlando Magic

draft nba
©Getty

La squadra della Florida - vincitrice alla Lottery e chiamata a scegliere per prima - potrebbe continuare a puntare sulla "lunghezza" e sulla "taglia" (come fatto in passato), puntando così su Chet Holmgren e lasciando così da parte Jabari Smith. Paolo Banchero invece è pronto a fare da terzo incomodo, nella speranza di essere selezionato più in alto possibile

È sempre più una corsa a tre per la prima scelta assoluta al Draft NBA 2022: Jabari Smith, Chet Holmgren e Paolo Banchero sono i tre nomi più chiacchierati, i talenti più osservati e i giocatori più spesso accostati a una potenziale chiamata da parte degli Orlando Magic - vincitori della Lottery NBA e pronti a selezionare un giovane talento prima di tutti gli altri. Tipologie di giocatori diversi, non tanto e non solo per il potenziale impatto, quanto per la capacità di incidere e di indirizzare il teorico percorso di crescita di una franchigia nel prossimo decennio. Ormai abbiamo imparato a conoscere l’importanza del Draft, dove una chiamata (giusta o sbagliata che sia) può condannare al trionfo o alla mediocrità una squadra per anni.

vedi anche

Il quintetto dei sogni di Paolo Banchero. TOP-5

Ecco, i Magic hanno bisogno di scrollarsi di dosso anni difficili e di ricominciare a vincere. Dunque, su chi punteranno? Stando a quanto riportato da The Athletic, l’intenzione della squadra della Florida potrebbe essere quella di “smentire” almeno in parte i principali Mock Draft circolati - che al momento danno tutti Jabari Smith come prima scelta assoluta. Già, perché Orlando potrebbe invece optare per Chet Holmgren; profilo che si avvicina a quelli che già in passato il front office della Florida aveva messo sotto osservazione. Non è un mistero infatti che i Magic agli ultimi Draft abbiano puntato prima di tutto alla “lunghezza” e alle dimensioni dei propri giocatori - e in questa chiave Holmgren farebbe al caso loro. Niente Paolo Banchero dunque, nonostante l’affollamento sotto canestro in casa Magic non sia di poco conto - tra Wendell Carter Jr., Mo Bamba, Bol Bol, Moe Wagner e altri. Un’ipotesi che potrebbe essere smentita nelle prossime settimane, come ci insegna quanto accaduto anche in passato: non si è mai certi della chiamata fino a quando il commissioner NBA non ha pronunciato il nome.