Olimpiadi invernali, assegnate le prime medaglie: oro alla Kalla nel fondo e alla Corea nello short track

Olimpiadi

Elisa Calcamuggi

coreano_01

Dopo le prime gare ecco le prime medaglie assegnate in questi giochi invernali in corso a PyeongChang. La svedese Kalla vince l'oro nel fondo (7,5km+7,5km skiathlon), mentre il padrone di casa Lim Hyo-Jun conquista il primo posto nei 1500 short track, realizzando il nuovo record olimpico. Per gli azzurri ottima prova dello short track femminile, non benissimo la Wierer

CLICCA QUI PER TUTTI I RISULTATI - IL MEDAGLIERE

I RISULTATI DELL'OTTAVA GIORNATA

IL CALENDARIO: DATE E ORARI ITALIANI

Fra classico e skating, nello skiatlon, è arrivata la prima medaglia d'oro dei Giochi ed è svedese, di Charlotte Kalla che esulta davanti a sua maestà Marit Bjorghen. La norvegese, con il secondo posto, prosegue il suo cammino vincente portando a 11 medaglie il bottino olimpico. Supera così la Belmondo, ferma a 10, e si avvicina al record assoluto di Ole Einar Bjoerndalen con 13. Anche la Corea festeggia l'oro, il primo, che arriva dalla pista dello short track, una religione qui più che uno sport tanto che Lim Hyojun, re dei 1500 maschili, diventa in un attimo eroe nazionale. 

Sullo stesso anello volano Arianna Fontana e Martina Valcepina che si qualificano per i quarti nei 500 metri e insieme a Lucia Peretti e Cecilia Maffei conquistano la finale della staffetta. L'Italia però aspettava gli applausi della prima medaglia, ma il vento ci ha messo lo zampino mettendo in difficoltà Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer che nella sprint del biathlon non sono andate oltre un sesto e un 18simo posto complici gli errori commessi da entrambe al secondo poligono. Anche lo slittino azzurro ha avuto una giornata no e dopo le prime due manches la speranza rimane appesa alla gara di Kevin Fischnaller, sesto, mentre il cugino Dominik, a causa di un errore nella prima run, è solo 11esimo. Nulla da celebrare dunque eppure c'è chi festeggia una sconfitta: il team delle Coree unite battuto nella partita di esordio per 8 a 0 dalla Svizzera. Qui ciò che conta è la squadra, Nord e Sud insieme davanti ai rispettivi capi di stato e al presidente del Cio Bach. Ecco, loro sì, loro sono oro a prescindere.

I più letti