Olimpiadi invernali Corea 2018, i risultati del 20 febbraio. Biathlon: Italia di bronzo nella staffetta mista

Olimpiadi
wierer

Medaglia d'argento per l'Italia nella staffetta femminile di short track e bronzo nella staffetta mista di biathlon. Gli azzurri della danza chiudono con lo stesso risultato di Sochi 2014. Oro ai canadesi Virtue-Moir, al terzo podio olimpico consecutivo che li proietta nella leggenda. Fuori l'Italia del curling. Ultime prove di discesa femminile: Fanchini terza, indietro la Goggia. Arianna Fontana qualificata per i quarti di finale dei 1000m. Tutti gli aggiornamenti LIVE su Sky Sport 24, ogni giorno, dalle 8

LA CRONACA DELLA 16^ GIORNATA DI GARE

TUTTI I RISULTATI - IL MEDAGLIERE

INFORTUNIO GROSS: A RISCHIO LO SLALOM

DOPING, POSITIVO UN GIOCATORE DI HOCKEY SLOVENO

Ore 15.00, Fontana: "Vittoria che vale oro"

"La staffetta è stata un po' caotica, sapevamo che avevamo tagliato il traguardo da terze e sapevamo che tutti i contatti avrebbero portato a una squalifica e siamo contente di questo argento. E' una vittoria che vale oro. Siamo tutte contente ma volevamo finirla normalmente. Domani con l'argento al collo non ci sarà nessun pensiero su quanto accaduto sul ghiaccio. Siamo scese in pista convinte di poter fare una medaglia e così è stato".

Ore 14.50, bob donne: Jamanka comanda 

Dopo la seconda discesa, la tedesca Mariama Jamanka comanda la gara del bob a 2 alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018 grazie a una prova che le ha permesso di superare la statunitense Elana Meyers Taylor. Terzo posto per Stephanie Schneider, mentre la grande favorita, la canadese Kaillie Humphries, è quinta.

Ore 14.45, Wierer: "Vittoria strameritata"

"Credo che abbiamo fatto tutti un'ottima prestazione, anche se io ho tremato un po' troppo sull'ultimo poligono e se non avessi chiuso l'ultimo bersaglio avrei girato. Abbiamo tremato un po' nel finale con il ricorso. Lisa ha fatto una gran gara. Questo risultato è strameritato".

Ore 14.43, Vittozzi: "Ci tenevo a fare bene"

"Ero esaltata, ci tenevo a fare bene e sono contenta di averlo fatto. Ero convinta che potevamo fare un bel risultato. L'attesa finale è stata massacrante ma ce l'abbiamo fatta. Il mio obiettivo era quello di vincere una medaglia, sapevo che siamo una Nazione forte e ho fatto di tutto per portare la mia squadra il più avanti possibile e ci sono riuscita".

Ore 14.45, curling: avanti Stati Uniti e Giappone

Nel torneo di curling maschile, vittorie fondamentali per Stati Uniti e Giappone, che superano rispettivamente Svizzera e Danimarca e tornano in corsa per le semifinali.

Ore 14.40, Windisch: "Questa Olimpiade è un sogno"

"In gara è successo tutto così veloce, questa strategia l'avevo già pensata prima della gara. Io ero davanti a Peiffer, non gli ho tagliato la strada ed ero davanti, così abbiamo vinto la medaglia. Lui mi ha detto che non era giusto quello che avevo fatto, io invece gli dicevo di sì. Penso che la giuria ha deciso per noi perché eravamo dalla parte della ragione. Questa Olimpiade è un sogno, non pensavo che finisse con due medaglie: è davvero inaspettata e incredibile".

Ore 14.35, curling: Italia fuori a testa alta

Finisce l'avventura del curling azzurro che chiude in bellezza vincendo l'ultima gara.  La Nazionale maschile di curling ha infatti sconfitto la Norvegia per 6-4 ottenendo così la terza vittoria nel torneo a cinque cerchi dopo quelle contro Svizzera e USA.

Ore 14.30, Malagò: "Abbiamo sfruttato bene le due possibilità"

"Oggi avevamo due chances e le abbiamo sfruttate". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, giunto all'Alpensia biathlon centre dove la squadra azzurra ha vinto la medaglia di bronzo nella staffetta mista ai Giochi olimpici di PyeongChang. "Nel biathlon puntavamo a due medaglie - ha aggiunto - e due medaglie sono arrivate. Arrivo dal Gangneung oval dove siamo contenti per l'argento pur essendo rimasti stupiti per la conclusione della gara. Da segnalare per oggi anche l'ottima qualificazione di Arianna Fontana nei 1.000 metri di short track". 

Ore 14.00 combinata nordica: Pittin lontano dal podio

Germania regina della combinata nordica alle Olimpiadi Invernali 2018 di PyeongChang. La Gundersen dal trampolino lungo incorona Johannes Rydzek, che sale sul gradino più alto di un podio tutto tedesco. Argento per Riessle e bronzo per Eric Frenzel. Per l’Italia, Alessandro Pittin chiude al 27° posto in rimonta a 3'08" dal vincitore, mentre Raffaele Buzzi è 34° a 3’34” da Rydzek e Lukas Runggaldier è 36° sul traguardo a 3’44” dalla vetta.

Ore 13.58, staffetta biathlon: ufficiale il bronzo dell'Italia

Medaglia di bronzo confermata all'Italia nella staffetta mista di biathlon. Respinto il ricorso della Germania per la presunta scorrettezza di Windisch in volata.

Ore 13.50, staffetta biathlon: ricorso Germania

La Germania, a gara terminata, ha presentato ricorso per un'eventuale scorrettezza di Windisch in volata. Si attende il verdetto.

ORE 13.26, STAFFETTA BIATHLON: ITALIA BRONZO

Ottava medaglia per l'Italia ai Giochi di Pyeongchang: l'ha conquistata la staffetta mista di biathlon composta da Lukas Hofer, Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer e Dominik Windisch. Oro alla Francia e argento alla Norvegia.

Ore 12.45, STAFFETTA SHORT TRACK: ITALIA D'ARGENTO

Secondo posto e medaglia d'argento per l'Italia nella staffetta femminile - 3000m - di short track (Arianna Fontana, Martina Valcepina, Lucia Peretti, Cecilia Maffei). Oro alla Corea del Sud e bronzo all'Olanda. Squalificate Cina e Canada per un contatto tra due atlete. Un episodio che ha favorito le azzurre che avevano inizialmente concluso la gara al terzo posto.  

Ore 11.50, short track: niente da fare per Confortola

Nei 500m maschili di short track Yuri Confortola non si qualifica per i quarti, a causa di una partenza poco incisiva. Grandi tempi per il canadese Girard e il lettone Zvejnieks.

Ore 11.20, hockey: Norvegia ai quarti contro l'Oar

Sarà la Norvegia, che ha battuto la Slovenia, a sfidare il team OAR ai quarti di finale del torneo maschile di hockey su ghiaccio a PyeongChang 2018.

Ore 11.15, short track: Fontana ai quarti

Arianna Fontana è prima nella sua batteria e vola ai quarti nei 1000m femminili di short track precedendo la canadese Maltais. Cynthia Mascitto out.

Ore 11.00, doping russo curling: norvegesi chiedono medaglia

"Vogliamo la medaglia e ci piacerebbe che venisse fatta una nuova cerimonia di premiazione prima della fine dei Giochi. Siamo stati derubati del nostro momento di gloria". La richiesta arriva da Magnus Nedregotten e Kristin Skaslien, la coppia norvegese che è arrivata quarta nel torneo di curling misto ai Giochi Olimpici di PyeongChang dopo essere stata sconfitta nella 'finalina' dalla squadra russa di Aleksandr Krushelnitckii, poi risultato positivo al test antidoping. "Quando abbiamo saputo della sua positività - spiega Nedregotten - eravamo soprattutto arrabbiati. Abbiamo lottato per le Olimpiadi e ci siamo sforzati di raggiungere il nostro obiettivo, che era una medaglia. Poi siamo arrivati quarti e ora, sapendo che potrebbero aver avuto un vantaggio contro di noi, ci sentiamo davvero male".

Ore 10.50. Doping, lo sloveno: "Ho preso il farmaco per curare l'asma"

Il giocatore della nazionale slovena di hockey Ziga Jeglic, che è stato sospeso dal Tribunale Arbitrale dello Sport per violazione alle norme antidoping a seguito di tracce di fenoterolo nelle urine, ha ammesso di aver preso il Berodual, farmaco che gli è stato prescritto dal medico lo scorso anno in Slovacchia dopo aver avuto complicanze respiratorie. "Ho preso questa medicina per curare l'asma e sfortunatamente ho dimenticato di segnalarlo come eccezione terapeutica. A causa della mia negligenza, mi scuso con tutti e fino a quando tutte le procedure antidoping non saranno completate, non farò ulteriori dichiarazioni".

Ore 10.30, Ghedina: "Vonn favorita. La Goggia..."

"E' una pista che si addice alla Vonn: è brava e ha più esperienza. La Goggia deve essere meno esuberante, deve contenere la forza e l'energia. Lei ha molto carattere, ma deve dosarlo".

Ore 09.15, curling donne: Corea del Sud prima semifinalista

La Corea del Sud è la prima semifinalista del torneo femminile di curling alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018. Le padrone di casa hanno sconfitto gli USA per 9-6. La Gran Bretagna ha battuto il Giappone, mentre la Cina ha superato il Canada per 7-5.

Ore 09.00, Gross: stiramento all'adduttore in allenamento

Lo slalom maschile di giovedì chiuderà il programma delle gare maschili a PyeongChang. Gli azzurri in pista saranno Stefano Gross, Manfred Moelgg, Riccardo Tonetti e l'esordiente Alex Vinatzer. Durante l'allenamento odierno - comunica la Fisi - Gross ha inforcato, provocandosi uno stiramento al gluteo e all'adduttore. "La pista sembra molto impegnativa, ci sarà da valutare un po' la neve, che qui è spesso diversa da una pista all'altra, comunque, in genere, parecchio aggressiva. Le mie sensazioni di giorno in giorno andavano migliorando. Oggi, purtroppo, al primo giro ho fatto un'inforcata abbastanza secca che mi ha provocato uno stiramento del gluteo e dell'adduttore. Sto cercando di recuperare con la fisioterapia per riuscire a fare due giri mercoledì e per vedere se starò meglio prima della gara di giovedì".

Ore 08.50, doping: positivo giocatore sloveno di hockey

Nuovo caso doping alle Olimpiadi invernali di PyeongChang. Il giocatore di hockey della nazionale slovena, Ziga Jeglic è stato trovato positivo a un controllo. Jeglic, 29 anni di Kranj, che milita nella Kontinentale Hockey League russa tra le fila del Torpedo Nizhny Novgorod, è stato trovato positivo al fenoterolo. L'atleta non ha chiesto la controanalisi e lascerà entro le prossime 24 ore il Villaggio Olimpico di Gangneung. Della vicenda si sta già occupando il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna che ha sospeso l'atleta.

Le gare della notte

Nessuna medaglia per l'Italia nella notte, ma tanti applausi per l'ultima Olimpiade della coppia di danza formata da Luca Lanotte e Anna Cappellini. Si interrompe il sogno dell'Italia nel curling, mentre le azzurre dello sci hanno scaldato i motori per la discesa libera.

Pattinaggio, Cappellini-Lanotte sesti. Oro a Virtue-Moir

Si è conclusa con un buon sesto posto l'Olimpiade di Anna Cappellini e Luca Lanotte, la coppia azzurra della danza sul ghiaccio. I due italiani hanno chiuso la loro prova sulle note de “La vita è bella” con un punteggio di 184.91 e hanno ottenuto lo stesso piazzamento di Sochi 2014. La medaglia d'oro è andata al Canada, alla coppia Tessa Virtue e Scott Moir, dominatori assoluti della disciplina da anni, che hanno centrato il secondo oro olimpico dopo Vancouver 2010, terzo podio consecutivo contando l'argento di Sochi: non era mai successo. I due fenomeni canadesi – che con i team event raggiungono quota 5 medaglie in carriera ai Giochi – hanno totalizzato 206.07 punti grazie alla miglior prova nel libero della loro carriera, ballata sulle musiche dei Queen. Dietro di loro di un soffio i contendenti annunciati, i francesi Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron, staccati di nemmeno un punto: i giudici hanno attribuito loro 205.28 punti complessivi, ma la coppia ha registrato il nuovo record mondiale della free dance (123.35 punti), che però non è bastato a dar loro la vittoria. Colpa, probabilmente, dell'incidente con il vestito di lei nel programma corto che si è rivelato decisivo. Medaglia di bronzo agli Stati Uniti con i fratelli “Shibshibs”, cioè Maia e Alex Shibutani, che hanno ottenuto 192.59 punti. La seconda coppia italiana, composta da Charlene Guignard e Marco Fabbri, si è piazzata invece al decimo posto (con 173.47).

Discesa femminile, ultime prove: Fanchini terza, Goggia undicesima

A 24 ore dalla gara che assegnerà le medaglie (quando in Italia saranno le 3 della notte tra martedì e mercoledì) si sono tenute le ultime prove per la discesa libera femminile: la grande favorita per l'oro, l'americana Lindsey Vonn, ha chiuso al quarto posto, mentre si è piazzata soltanto undicesima Sofia Goggia, che però ha spiegato di aver "provato solo nei primi due intermedi, poi sono scesa senza tirare". Bene invece Nadia Fanchini, che ha terminato la prova al terzo posto, dietro al miglior tempo dell'austriaca Ramona Siebenhofer e alla svizzera Michelle Gisin. Non si è allenata Federica Brignone, che vuole concentrarsi sulla combinata. Rispettivamente ottava e nona le altre due azzurre Nicol Delago e Johanna Schnarf.

Curling, Italia ko con la Svezia: azzurri eliminati

Finisce invece il sogno dell'Italia del curling a PyeongChang: la Nazionale azzurra è stata eliminata della prima fase (quella a gironi) delle Olimpiadi, ed è ancora la Svezia – tre mesi dopo lo spareggio Mondiale del calcio – a interrompere i sogni di gloria italiani: la sconfitta contro gli scandinavi per 7-3 condanna la squadra azzurra, che fin qui ha ottenuto due vittorie (con Svizzera e Stati Uniti) e sei sconfitte. Troppo forte la nazionale guidata dallo skip Niklas Edin, che si è portata sul 3-0 sin dall'inizio e ha comandato il punteggio per tutta la gara. Ora all'Italia rimane l'ultima gara, inutile ai fini della qualificazione, in programma in mattinata contro la Norvegia. Questi i risultati delle altre sfide della notte: Gran Bretagna-Norvegia 10-3, Canada-Giappone 8-4 e Corea-Svizzera 8-7.

Halfpipe, oro alla canadese Sharpe

Nel freestyle con gli sci si è assegnato un altro giro di medaglie nella notte, nella specialità dell'halfpipe femminile: l'oro è finito al collo della venticinquenne canadese Cassie Sharpe, che al Phoenix snow park ha ottenuto il punteggio di 95.80, piazzandosi in classifica davanti alla francese Marie Martinod (92.60) e alla statunitense Brita Sigourney (91.60).

Hockey, Usa ai quarti di finale

Finisce 5-1 la partita di hockey sul ghiaccio con cui gli Stati Uniti superano la Slovacchia e si qualificano per i quarti di finale. Troppo forte la squadra americana, che dopo lo 0-0 nel primo periodo si porta avanti 3-1 nel secondo e segna altre due reti nell'ultimo parziale. Due gol per l'attaccante Ryan Donato, figlio d'arte che gioca nella squadra di Harvard e non ha ancora esordito in Nhl.

Confermata la positività al doping per il russo del curling

Doping confermato per il russo del curling Aleksander Krushelnitckii. Le analisi sul campione B dell'atleta, secondo l'Ansa che cita fonti vicine al Cio, avrebbero accertato la positività dell'atleta, rilevando ancora tracce di meldonio, la sostanza introdotto nel 2016 nella lista Wada tra quelle vietate (la stessa che causò la squalifica della tennista Maria Sharapova). Krushelnitckii, bronzo nel team misto del curling ai Giochi di PyeongChang, si è sottoposto al test del secondo campione a Seul nel corso della notte.

I più letti