Coronavirus, due rugbisti delle Fiji violano la quarantena: arrestati

coronavirus
©Ansa

Due giocatori professionisti di rugby delle Fiji sono stati arrestati per aver violato le regole di confinamento imposte dal Governo. Il Premier: "Comportamento irresponsabile". I due sono stati segnalati anche alla Federazione Internazionale

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Due giocatori di rugby delle Fiji sono stati arrestati per aver infranto le regole di confinamento imposte dal governo fijano per contrastare l'emergenza coronavirus. Un comportamento che il primo ministro Frank Bainimarama ha definito "irresponsabile" e che sarà segnalato alla Federugby mondiale. I due uomini, le cui identità non sono state rese note, sono giocatori professionisti dell'isola del Sud Pacifico, secondo la Fiji Rugby Federation e, secondo i media locali sarebbero giocatori internazionali. Il primo ministro Frank Bainimarama ha accusato i giocatori di rugby di "mettere in pericolo tutte le Fiji". Il premier ha spiegato che uno dei due giocatori è fuggito dall'ospedale dove era stato messo in quarantena al suo ritorno da Singapore. "Purtroppo per lui, non è stato in grado di sfuggire alla polizia del Fijian. È stato arrestato ed è in isolamento in ospedale presso la città di Nadi", ha detto Bainimarama. John O'Connor, amministratore delegato della Federazione delle Fiji di Rugby, ha dichiarato che la federazione prenderà "adeguate misure disciplinari contro questi giocatori professionisti di rugby e riferirà il loro comportamento estremamente irresponsabile ai loro club e alla federazione internazionale, World Rugby".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche