Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
21 novembre 2016

La Vinci annuncia sui social: "Non mi ritiro"

print-icon
rob

Roberta Vinci, 33 anni, è nata a Taranto (Getty)

La tennista tarantina ha sciolto la riserva, continerà a giocare: "Sento di avere ancora la voglia e l'entusiasmo di provare a fare qualcosa di buono"

Con un lungo messaggio postato sui social Roberta Vinci annuncia che non smette di giocare, anzi continuerà a farlo anche per tutto il 2017. La campionessa tarantina, giunta alla soglia dei 34 anni (a febbraio) si era presa del tempo per decidere se ritirarsi dall'attività agonistica.  Il prossimo "non sarà semplice" scrive la Vinci e anche per questo "ho deciso di non fissarmi degli obbiettivi, tutto ciò che succederà lo prenderò con la consapevolezza di aver dato il massimo.Tra qualche giorno tornerò ad allenarmi per preparare al meglio la prossimo stagione. E ora non iniziate a chiedermi se questo sarà il mio ultimo anno, ci vediamo in Australia".


Dopo la sconfitta contro la ceca Petra Kvitova che l'aveva eliminata dall' Huajin Securities WTA Elite Trophy di Zhuhai la pugliese, (che chiude l'anno al numero 18 del ranking mondiale) aveva detto di volersi prendere un paio di settimane per riflettere. "Il tennis è sempre stato la mia vita e sarei ipocrita se non dicessi che mi ha dato molto, sottolinea la tennista pugliese. Ma, come ogni cosa bella, ha richiesto tanto. Viaggiare per 11 mesi all'anno non è facile come non lo è affatto allenarsi intensamente ogni giorno, essere pronta a soffrire e a lottare come se ogni match fosse il più importante della tua carriera. Non è tutto così semplice come a volte può sembrare", si legge ancora nel post. "Spesso succede che dopo aver dato il massimo, questo non è stato comunque abbastanza. Bisogna saper accettare la sofferenza? E io ero e sono ancora disposta a farlo? Questa è la domanda che ho continuato a farmi fino ad ora e per tutto questo tempo. Sono consapevole che il livello generale del tennis si è notevolmente elevato, e che sarà necessario dare il massimo in ogni incontro ma io sento di avere ancora la voglia e l'entusiasmo di provare a fare qualcosa di buono in quello che forse è la cosa che mi riesce meglio, giocare a tennis".