Wta Cincinnati: impresa Giorgi, è agli ottavi. Vinci ko

Tennis
camila_giorgi_ansa

Camila batte l'australiana Gavrilova nel secondo turno del torneo americano al termine di una maratona lunga 2 ore e 34' e pesca ora la numero 1 del mondo, Pliskova. Niente da fare per Roberta Vinci, battuta 6-2, 7-5 dalla lettone Sevastova. Out Venus Williams e Angelique Kerber

Splendida impresa di Camila Giorgi, che si qualifica per gli ottavi del torneo Wta di Cincinnati. L'azzurra ha superato l'australiana Daria Gavrilova, numero 26 del ranking, con i parziali di 7-6, 5-7, 6-3 in una maratona durata 2 ore e 34'. Giorgi parte con il piede sbagliato e con un paio di brutti errori con il diritto, cede subito il servizio all'avversaria, che tiene il proprio turno di battuta nonostante una falsa partenza da 0-30 e vola sul 2-0. Camila si sblocca nel terzo game, tenendo a zero l'avversaria e accorciando sul 2-1, ma non riesce a crearsi palle break grazie all'ottima percentuale di punti sulla seconda (75%) dell'australiana. La tennista di Macerata, dopo il black out di inizio gara, difende con forza il turno di battuta (2 aces e 63% di prime in campo) e resta in partita 4-3. Camila compie il capolavoro nel decimo game, quando riceve per restare nel set e piazza il break che le consente di pareggiare i conti sul 5 pari, prima di mettere la freccia sul 6-5. Gavrilova, palesemente nervosa e fuori fase, chiede il coaching e riesce in qualche modo a trascinare il set al tie-break, dominato dalla Giorgi 7-1. Camila sembra in giornata di grazia e comincia nel miglior modo il secondo parziale, strappando subito il servizio a Gavrilova, che però non molla, sfrutta i troppi errori dell'azzurra e piazza due break consecutivi, prima di perdere il proprio turno di battuta in un set pazzo (3-3). Giorgi sbaglia clamorosamente l'ottavo game e regala ancora il servizio all'australiana, ma rimedia subito dopo, piazzando il controbreak (il sesto su nove giochi) e pareggiando di nuovo i conti sul 5 pari. Camila commette troppi gratuiti e viene affossata dal terzo doppio fallo del suo incontro, arrivato in un momento decisivo del set, lasciato 7-5 non senza rimpianti. Il terzo set si apre esattamente come il secondo, con Giorgi che piazza il break e subisce subito dopo il controbreak. Questa volta, però, è l'italiana a strappare il servizio a Gavrilova nel quinto gioco, portandosi avanti 4-2 dopo aver tenuto agevolmente la battuta. Camila piazza il break anche nel nono gioco e si qualifica per gli ottavi di Cincinnati, dove troverà Karolina Pliskova (numero 1 del mondo), che ha battuto 6-2, 6-3 la russa Natalia Vikhlyantseva

Vinci, la grinta non basta

Niente da fare per Roberta Vinci, che cede 6-3, 7-5 ad Anastasija Sevastova, 15^ testa di serie del seeding. Si comincia sul filo dell'equilibrio, con l'azzurra che non sfrutta una palla break nel gioco di apertura. I lunghi scambi non ribaltano l'inerzia al servizio fino al quarto gioco, quando la lettone piazza il break e l'allungo seguente fino al 4-1. Il trend non cambia nel sesto game, con Sevastova che al terzo break point sale 5-1, prima di subire un inaspettato controbreak da parte della tarantina, come sempre inappuntabile dal punto di vista dell'impegno (5-2). La lettone però non si scompone più di tanto e chiude il primo set 6-2 dopo 36' di gioco. Netta la superiorità al servizio di Sevastova, con 4 aces e il 74% di punti vinti sulla prima. Anche nel secondo set si rispettano i primi 3 turni di battuta, con il break nel quarto gioco che spezza l'equilibrio, ancora in favore di Sevastova. L'azzurra non demorde e recupera immediatamente il break, cercando di restare in partita, ma non ha fatto i conti con la lettone, che le strappa di nuovo il servizio e vola 4-2. Che sia una partita anomala lo si capisce dal break che Vinci piazza nel nono game, con Sevastova che sembrava già avere la partita in tasca e che invece vede tutto rimettersi in discussione (5-5). Decisivo diventa il 12^ gioco, quando la lettone vede annullato un match point, prima di chiudere 7-5 in un'ora e 32' gioco. La lettone se la vedrà ora con la romena Simona Halep, seconda testa di serie del torneo. Per Roberta Vinci, invece, è tempo di cominciare a pensare al suo Slam, gli US Open, dove raggiunse la finale nel 2015. 

Gli altri risultati

Vola al terzo turno Madison Keys. La statunitense, numero 17 del ranking mondiale, ha letteralmente abusato della russa Daria Kasatkina, abbattuta 6-2, 6-1 in 50' di gioco. Keys se la vedrà ora con Garbine Muguruza, che appena un mese fa ha trionfato a Wimbledon. Successo per Svetlana Kuznetsova, che ha battuto 6-3, 6-4 la kazaka Yulia Putintseva e che trova ora la spagnola Carla Suarez Navarro, che si è liberata con un doppio 6-2 della serba Aleksandra Krunic. Due le sorprese di giornata, ovvero le eliminazioni di Venus Williams (9^ testa di serie, ko contro la numero 48 del ranking, l'australiana Ashleigh Barty) e di Angelique Kerber (3^ testa di serie, sconfitta dalla russa Ekaterina Makarova). Passano invece il turno la danese Caroline Wozniacki e la slovacca Cibulkova, che hanno avuto la meglio rispettivamente della russa Vesnina e della francese Cornet. Nessun problema per Elina Svitolina (5), che ha superato nel derby ucraino Lesia Tsurenko, mentre esce di scena Petra Kvitova (14), battuta 6-2, 6-3 dalla statunitense Sloane Stephens, numero 151 Wta ma in grande risalita dopo l'ottimo torneo di Toronto e ormai pienamente recuperata dall'infortunio che l'ha bloccata per un anno. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche