Tennis: ATP Shanghai Masters 2017, Federer-Nadal avanti. Per Rafa ora c'è Fognini

Tennis
Federe e Nadal, esordio vincente al Masters di Shanghai (Getty)
nadal_federer_getty

Il maiorchino batte agevolmente il NextGen statunitense Jared Donaldson per 6-2, 6-1 in meno di un'ora di gioco e si prepara alla sfida con Fognini, suo prossimo avversario agli ottavi. Avanza anche lo svizzero, che ha superato 7-6, 6-4 l'argentino Schwartzman

SHANGHAI MASTERS, IL TABELLONE COMPLETO

Dopo qualche settimana di quiete, con tanto di sorrisi, selfie e champagne grazie al trionfo nella Laver Cup, torna l'eterna sfida tra Rafa Nadal e Roger Federer, che cominciano il loro Masters di Shanghai dalle parti opposte del tabellone con due vittorie. In palio anche la prima posizione a fine stagione, con Rafa che parte largamente favorito: il maiorchino potrebbe assicurarsi la vetta del ranking ATP al termine del 2017 vincendo in Cina, con la contemporanea eliminazione del Maestro svizzero prima delle semifinali. Nadal (che a Shanghai non è mai andato oltre la finale, persa nel 2009 con Davydenko) ha esordito battendo 6-2, 6-1 il Next Gen statunitense Jared Donaldson, numero 56 del ranking mondiale, contro cui non aveva mai giocato. L'americano gioca sciolto fino al 2-2, quando con quattro gravi errori (e tre doppi falli) consegna il sesto e ottavo game a Rafa, che ne approfitta e, grazie a due break e quattro giochi consecutivi, vince il primo set 6-2 in appena 29' di gioco. Il secondo parziale si apre ancora a senso unico, con Nadal che prosegue la striscia vincente (22 punti su 24), strappa subito a zero il servizio all'americano e vola 3-0. Donaldson interrompe l'emorragia di sette games e tiene finalmente il suo turno di battuta per il 3-1, ma Rafa piazza un altro break al sesto gioco e impartisce una durissima lezione all'avversario, che cede 6-1 un secondo set praticamente mai iniziato e durato appena 25'. Ora Nadal, reduce da 13 vittorie consecutive e a quota 62 successi stagionali, è atteso agli ottavi da Fabio Fognini, in un match che si preannuncia davvero molto intrigante. Il bilancio parla di 9-3 in favore dello spagnolo, ma il ligure (ultima vittoria vs Rafa agli US Open del 2015) è uno dei pochi nel circus capace di mettere in difficoltà il numero 1 del mondo. 

Federer, avanti con il servizio

Dopo cinque settimane di assenza, ovvero dalla sconfitta nei quarti di New York contro Del Potro, Roger Federer torna nel circuito e lo fa nell'unico modo a lui noto, ovvero la vittoria. Il Maestro, seconda testa di serie del seeding, ha battuto l'argentino Diego Schwartzman, numero 29 ATP, con i parziali di 7-6, 6-4 in un'ora e 33' di gioco. Il sudamericano si conferma un osso duro per lo svizzero, che a Shanghai ha vinto il titolo nel 2014 ed è stato finalista nel 2010, fermato da Murray. Schwartzman annulla una palla break nel quarto game e resta attaccato al match fino al 3-2 grazie al suo gioco vario, rapido e potente. Nel sesto, dopo aver salvato altri due break point, l'argentino cede il servizio a Federer, ma lo recupera prontamente nel game successivo, riportando il match in parità sul 4-4, sfruttando i troppi gratuiti di Sua Maestà. Si procede sul filo dell'equilibrio fino al tie-break, dove Roger sembra andare in difficoltà nei primi punti. Mai dare per morto il Re, che ritrova precisione al servizio (7 aces e il 67% sulla prima), piazza 5 punti di fila grazie anche a tre errori di dritto dell'avversario e porta a casa il primo, sofferto, set per 7-6(4) in 56'. Una chiamata arbitrale sfavorevole a Schwartzman regala a Federer il primo break del secondo set nel gioco di apertura e l'elvetico, senza pietà (break point annullato con il nono ace nel quarto game), vola 3-1. Il numero 2 del mondo amministra il break di vantaggio senza strafare (38 vincenti), controllando ogni tentativo di rimonta del sudamericano: la netta superiorità al servizio (14 aces a 3) consente allo svizzero di archiviare la pratica 6-4 in poco più di un'ora e mezza. Per Roger il prossimo ostacolo si chiama Alexandr Dolgopolov, ucraino numero 41 del mondo e proveniente dalle qualificazioni, che ha superato 7-6(4), 1-6, 6-4 l'iberico Feliciano Lopez. I quattro precedenti, inutile dirlo, sorridono tutti al Re.  

Questa la programmazione del torneo di Shanghai in diretta esclusiva su Sky Sport 2 HD:

fino a venerdì 13 ottobre dalle 7 alle 16.30 

sabato 14 ottobre ore 10.30 (1^semifinale) - ore 14  (2^semifinale)

domenica 15 ottobre ore 10.30 (finale)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche