Tennis: ATP Shanghai Masters 2017, la finale sarà Nadal-Federer

Tennis
Nadal e Federer sono in finale a Shanghai (Getty)

Lo spagnolo soffre contro un ottimo Marin Cilic, ma porta a casa la decima finale del 2017 con i parziali di 7-5, 7-6 in oltre due ore di gioco. Rafa attende ora Roger, che ha battuto in rimonta Del Potro per 3-6, 6-3, 6-3

SHANGHAI MASTERS, IL TABELLONE COMPLETO

Rafa Nadal e Roger Federer si giocheranno la finale al Masters di Shanghai, penultimo Masters 1000 della stagione. Sul cemento cinese (si è giocato indoor sul Centrale, causa pioggia), il numero 1 del mondo ha battuto il croato Marin Cilic (quarta testa di serie del seeding) con i parziali di 7-5, 7-6(3) in due ore e 12'. Vita difficile anche per lo svizzero, secondo giocatore del ranking, che ha dovuto rimontare Juan Martin Del Potro, sconfitto 3-6, 6-3, 6-3 in due ore di gioco. Il trofeo di Shanghai è uno dei pochissimi a mancare nella ricca bacheca del maiorchino: Nadal ha giocato tutte le edizioni dell'appuntamento asiatico, ad eccezione di quella del 2012, ma è riuscito solo nell'edizione inaugurale del torneo, nel 2009, a raggiungere la finale, battuto poi dal russo Davydenko. Per Federer, successo in Cina nel 2014 e sconfitta in finale nel 2010. Tra i due sarà il 38^ incontro, con lo spagnolo che conduce 23-14 nei precedenti, ma ha perso tutti e tre quelli giocati nel 2017 (Melbourne, Indian Wells e Miami). 

Rafa, un'altra mini-maratona

Che il match sia equilibrato lo si capisce già dal primo, incredibile, game: 10' di durata, 16 punti giocati e tre ace per Cilic, che annulla altrettante palle break a Rafa. Anche il terzo game è una maratona (8'), con il croato che sopravvive ad altri tre break-point, anche grazie a qualche gratuito di troppo dello spagnolo. Cilic è più preciso al servizio (68% sulle prime) e riesce a rimanere attaccato al match, pur non dando mai fastidio nei turni di battuta del numero 1 del mondo (5-4). Nel decimo game accade quello che non ci si aspetta: Nadal va in difficoltà sul proprio servizio e concede tre set point a Cilic. Da fuoriclasse, il mancino di Manacor ne esce alla grande e non solo pareggia i conti, ma alla settima palla break concessa dal croato nel match, gli strappa la battuta e chiude la pratica 7-5 dopo una battaglia di oltre un'ora. Cilic paga la botta piscologica all'inizio del secondo parziale, cedendo il servizio nel terzo gioco e regalando quasi subito il break a Rafa, che ne approfitta per volare sul 3-1. Nel momento in cui sembra controllare il match, Nadal cede a sorpresa il servizio per la prima volta nel torneo, a causa di un paio di disattenzioni che riportano il croato in partita (3-3). Rafa si impossessa nuovamente della partita nel nono game in cui sfrutta le amnesie dell'avversario, piazzando il break (dopo altri tre break-point annullati), ma vede cancellato prontamente il vantaggio nel decimo, dopo aver sprecato un match-point. Cilic va in fiducia (9 aces nel solo secondo set) e trascina lo spagnolo al tie-break, dove però cede 7-3. Nadal, reduce dal successo di Pechino, allunga la serie positiva a 16 match, iniziata agli Us Open e raggiunge quota 65 incontri vinti in questo 2017, in cui giocherà la decima finale, con 6 vittorie, tra cui due Slam e altrettanti Masters.

Federer, che rimonta!

Soffre anche Roger Federer, numero due del ranking mondiale, che ha la meglio dopo due ore di gioco di un Juan Martin Del Potro (23 ATP e 16^ testa di serie) che ha retto per un set e mezzo alla classe del Maestro. Roger parte più sciolto e va subito a testare il polso sinistro dell'argentino dopo l'infortunio nel match con Troicki, che però risponde alla grande, vista la potenza dei suoi rovesci. Nel terzo game, lo svizzero ha una palla break, ma Delpo si salva grazie a un servizio stratosferico (8 aces e il 69% di prime in campo nel primo set) dopo 9' di lotta. La svolta arriva nel sesto game, quando Federer perde quattro punti consecutivi, a causa anche di un paio di banali errori e regala il break al gigante di Tandil. Il numero 2 del mondo perde anche le staffe con i giudici di linea ("Sembra che non sappiano cosa sta succedendo", dice polemicamente all'arbitro), preambolo del primo set perso in questo Masters con il parziale di 6-3 in 39'. Il secondo set si apre con i due estramente efficaci in battuta, tanto che il match scivola via veloce fino al sesto game, quando Federer porta a casa una battaglia lunga 14'16'', piazzando il break del 4-2 al quinto tentativo. Del Potro comincia una personale battaglia con l'arbitro (per una mancata sanzione a Federer) e con il pubblico, colpevole di parlare tra le due battute: annulla due set-point ma si deve arrendere 6-3. Nel terzo set, l'argentino regala il servizio nel suo secondo turno di battuta, evidenziando problemi su uno dei suoi colpi migliori, il diritto: Roger non fa sconti e ne approfitta per andare sul 3-1. Federer gioca sul velluto e nel nono game strappa ancora la battuta a Del Potro, chiudendo 6-3, vendicando la sconfitta di un mese fa a New York e centrando la terza finale a Shanghai (la settima del 2017, 5-1 il bilancio) dopo quelle del 2010 (persa con Murray) e del 2014 (vinta con Simon). Ora però c'è la sfida con il suo amico-rivale Rafa Nadal, per la miglior finale possibile, quella che tutti sognavano fin dall'inizio del torneo. 

Questa la programmazione del torneo di Shanghai in diretta esclusiva su Sky Sport 2 HD:

 

domenica 15 ottobre ore 10.30 - finale Nadal-Federer

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche