14 novembre 2017

ATP Finals 2017: favola Sock, Cilic battuto 5-7, 6-2, 7-6

print-icon

Alla O2 Arena di Londra, lo statunitense vince la sua prima partita della carriera alle Finals e resta in corsa per la semifinale nel gruppo Becker. Decisivo il tie-break del terzo set, vinto con autorità da Sock

ATP FINALS, IL TABELLONE COMPLETO

GUIDA TV: LE ATP FINALS SU SKY

Jack Sock ha battuto Marin Cilic nel match di apertura della seconda giornata del gruppo Becker. 5-7, 6-2, 7-6 (4) i parziali per lo statunitense, che resta così in corsa per un posto in semifinale (1-1 il suo record, 0-2 quello del croato). Arrivato a Londra all'ultimo minuto, grazie all'inaspettato trionfo al Masters di Bercy, Sock si è confermato un avversario ostico, grazie a un servizio efficace (59% di prime in campo, 9 aces e tre punti su quattro conquistati con la prima) e a un gioco vario che ha stordito il gigante Cilic. Il croato, con il secondo ko consecutivo, è praticamente fuori da giochi e consegna a Roger Federer la ghiotta opportunità di centrare la semifinale già in serata, battendo con qualsiasi punteggio Sascha Zverev. Sock si giocherà giovedì, proprio con il Next Gen tedesco, le possibilità di passare il turno e proseguire una favola che da Bercy in avanti non ha ancora visto scritta la parola fine. 

Sock, la prima volta non si scorda mai

Cilic gioca praticamente solo sul rovescio dell’avversario, che però trova presto le contromosse e piazza immediatamente il break. Sock non riesce a confermare il vantaggio, con il croato che strappa immediatamente il servizio all’avversario, riportando il match in parità (1-1). Dopo i fuochi d’artificio iniziali, il match viaggia sul filo dell’equilibrio, con turni di battuta rispettati e zero opportunità di break (5-5). Nell’undicesimo gioco, Cilic sbaglia ancora una volta una discesa a rete e concede finalmente un break-point a Sock, ma viene salvato dal nastro. Marin scioglie il braccio nell’ultimo game, diventato decisivo grazie al break del 7-5, che chiude il primo set in 51’ grazie al 68% di punti con la prima e il 63% con la seconda (contro il 25% dello statunitense). Cilic concede troppo all’avversario (doppio fallo, gratuito e smash sbagliato), che ne approfitta prontamente e piazza subito il break nel game di apertura del secondo set. Sock si salva nel quarto game (maratona da 12’), con due beak-point annullati e prende fiducia, allungando 4-1 con la complicità di un Cilic da due doppi falli più un gratuto in un quinto gioco da incubo. L’americano chiude senza troppi problemi 6-2 in 45’, grazie a un secondo set in cui l’avversario ha pagato 4 doppi falli e un pessimo 23% sulla seconda. Cilic parte alla grande nel terzo set, strappando il servizio allo statunitense già nel secondo game e con un parziale di 12 punti a 1 vola 3-0. Il black-out di Sock si esaurisce con il break piazzato nel quinto gioco, che gli consente poi di riportare il match in parità (3-3). Da quel momento si domina al servizio, con 19 punti consecutivi in battuta e un parziale che resta in equilibrio fino al tie-break decisivo, vinto a 4 da Sock, al primo successo della carriera alle Finals dopo due ore e 28' di battaglia. 

"Contento di avere ancora una chance"

Jack Sock sorride dopo il successo con Marin Cilic, che gli regala ancora una possibilità di qualificazione alle semifinali delle Finals: "E' stata molto dura, anche la mattinata è stata lunga. A Londra ho buoni ricordi con Wimbledon, adesso però sono contento perché ho una possibilità di andare in semifinale. Il nastro mi aveva tradito nel primo set, nel tie-break invece mi sono salvato", ha detto il numero 9 del mondo. Sock avrà un match da dentro o fuori con Zverev: "Sono contento, è stata una grande stagione per me - ha detto -. Vincere questo match è fantastico, sono ancora vivo in questo torneo così importante. Fin da quando ero piccolo adoravo giocare un tennis vario, anche per divertire la gente. Ogni tanto ricorro alle palle corte, oggi l'ho fatto per diversificare il mio gioco". 

ATP FINALS, TUTTI I VIDEO

I PIU' VISTI DI OGGI