Tennis, paura per Novak Djokovic: rapito il nonno della moglie

Tennis
djokovic_combo

Dopo essere stato aggredito, sequestrato e rapinato, l'uomo è stato trovato legato a un palo della luce. Gli inquirenti hanno fatto sapere che non è rimasto ferito

Attimi di forte paura per la famiglia di Novak Djokovic in seguito al rapimento del nonno della moglie Jelena Ristic. È successo tutto nella notte tra mercoledì e giovedì, quando Miloslav Radisavljevic, 85 anni, è stato trovato legato a un palo della luce da due elettricisti in un'area di campagna, nei pressi di Ljig, in Serbia. Prima assalito, poi sequestrato e rapinato. Secondo la ricostruzione dei media serbi e la rivelazione dell'amico della famiglia al giornale "Blic", i due aggressori sarebbero entrati col volto coperto nella casa dell'uomo e l'avrebbero rapito. Più tardi, gli avrebbero rubato il cellulare per poi inviare messaggi a suo figlio, lo zio di Jelena, informandolo del rapimento e chiedendo un riscatto di due milioni di euro. L'episodio si è concluso con il ritrovamento dell'uomo e con l'arrivo della polizia. Il nonno della moglie di Djokovic ha dichiarato che gli aggressori gli hanno rubato circa 26.000 dinari (220 euro) e un cellulare. Gli inquirenti hanno specificato che l'uomo non è rimasto ferito. Poi, l'ufficio stampa del campione di tennis, citato dai media serbi, ha fatto sapere in una nota che la famiglia è "in uno stato di shock completo per ciò che è successo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.