user
12 agosto 2018

Rogers Cup 2018: troppo Nadal per Tsitsipas. Rafa trionfa 6-2, 7-6 e conquista l'80° titolo in carriera

print-icon

Nessun problema per il numero 1 del mondo, che si libera in due set del sorprendente greco e conquista il 33° Masters e 80° torneo della carriera. Da lunedì Rafa sarà a Cincinnati per centrare una doppietta sul cemento che gli manca dal 2013

ROGERS CUP, TUTTI  I RISULTATI

TUTTI A CINCINNATI: IN CAMPO I BIG 4

Si è interrotta in finale la favola di Stefanos Tsitsipas. Il greco, reduce anche dalla semifinale a Washington, ha sbattuto violentemente la faccia contro Rafa Nadal nella finale della Rogers Cup di Toronto, venendo battuto 6-2, 7-6(4) in un'ora e 42'. Il numero 1 spagnolo, al primo successo stagionale sul cemento, conquista così il Masters canadese per la quarta volta dopo i trionfi nel 2005 e nel 2013 a Montreal e nel 2008 (esattamente dieci anni fa) a Toronto. Partita con poca storia, fin dai primi scambi. Nadal strappa la battuta all'avversario alla seconda occasione, conferma il break e vola 5-1 in un amen, chiudendo i conti 6-2 in poco più di mezz'ora. Tsitsipas comincia malissimo anche il secondo set, lasciando subito a Rafa il suo primo turno di servizio. Nadal non concede praticamente nulla con il servizio, ma nel decimo game, nell'unica occasione concessa, regala il game all'avversario, forse fermato da un insolito 'braccino'. Lo spagnolo è costretto al tie-break, dove lascia a 4 l'avversario, che esce comunque tra gli applausi del Centrale canadese. Il maiorchino, primo giocatore ad assicurarsi il pass per le ATP World Tour Finals di Londra (14esima presenza), ha così conquistato il trofeo numero 80 della carriera, il quinto del 2018 dopo Montecarlo, Barcellona (vinta contro Tsitsipas), Roma e Roland Garros, tutti arrivati sull'amata terra rossa. Rafa ha inoltre centrato il 33° successo in un Masters 1000 (record assoluto) a quasi cinque anni dall'ultimo trionfo sul cemento in questa fascia di tornei, centrato nel 2013 a Cincinnati, in un'estate che lo aveva visto piazzare la doppietta Rogers Cup-Cincy e poi fare bottino pieno anche agli US Open. Per Tsitsipas una finale da dimenticare ma un paio di settimane da leone: dopo la semifinale a Washington, il Next Gen greco (20 anni festeggiati in campo) è diventato il più giovane giocatore ad aver eliminato quattro top ten in un unico torneo (al secondo turno l'austriaco Dominic Thiem, al terzo il serbo Novak Djokovic, poi Zverev e Anderson) da quando esiste il circuito Atp, istituito nel 1990.

Il risultato della finale: 

Rafael Nadal ESP [1] vs. Stefanos Tsitsipas GRE 62 76

Donne, Halep batte Stephens in tre set

Simona Halep concede il bis in Canada. La romena si è infatti aggiudicata la Rogers Cup, torneo Wta Premier 5 che si è concluso sui campi in cemento di Montreal (ad anni alterni con Toronto). In finale la numero uno del mondo, trionfatrice proprio a Montreal due anni fa, si è imposta per 7-6(6), 3-6, 6-4 dopo quasi due ore e tre quarti di battaglia, sulla statunitense Sloane Stephens, numero 3 del ranking e del seeding, regina degli Us Open 2017. Per la 26enne di Costanza è il 18esimo titolo su 32 finali disputate in carriera, il terzo in questo 2018 dove aveva già trionfato a Shenzhen e al Roland Garros (primo trofeo Slam per lei). La 25enne di Plantation perde invece un'altra finale: lei che aveva vinto le prime sei disputate ha ceduto le ultime due proprio alla Halep.

TUTTI I VIDEO DI TENNIS

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi