user
13 ottobre 2018

Fognini-Cecchinato nella storia: due azzurri nella Top 20 ATP dopo 40 anni

print-icon

Gli ottavi raggiunti a Shanghai hanno proiettato Cecchinato al 19° posto del ranking mondiale: con Fognini numero 13, da lunedì l'Italia tornerà ad avere due giocatori nella Top 20 dopo quasi 40 anni, ovvero dai tempi di Panatta e Barazzutti

TABELLONE E RISULTATI

GUIDA TV: IL MASTERS DI SHANGHAI SU SKY SPORT

L’ufficialità arriverà lunedì mattina, quando l’ATP pubblicherà le classifiche settimanali, però il tennis italiano può esultare per un momento atteso da quaranta anni: la presenza di due giocatori fra i primi 20 del ranking mondiale. A Fabio Fognini, numero 13 ATP e nei top 20 ininterrottamente dal 21 maggio scorso, dopo esserlo stato anche negli anni passati, si aggiungerà infatti Marco Cecchinato, il quale grazie agli ottavi di finale nel 1000 di Shanghai, romperà per la prima volta in carriera il fatidico muro salendo al 19esimo posto della classifica. Il 25enne di Palermo sarà il nono tennista italiano nell’Era Open ad entrare fra i primi venti giocatori della classifica ATP, dopo Adriano Panatta (numero 4), Corrado Barazzutti (7), Paolo Bertolucci (12), Fabio Fognini (13), Andreas Seppi (18), Omar Camporese (18), Andrea Gaudenzi (18) e Renzo Furlan (19).

Due azzurri nei Top 20: l'ultima volta nel 1979

L’ultimo ranking con due azzurri nei primi 20 era datato 28 maggio 1979, quando Corrado Barazzutti era in 16esima posizione e Adriano Panatta al numero 19. Due settimane dopo, lunedì 11 giugno, al termine del Roland Garros, il tennista romano conservò la 19esima posizione, ma l’attuale capitano di Coppa Davis uscì dai 20 per aver sostituito la semifinale parigina 1978 con la sconfitta al terzo turno contro il paraguaiano Victor Pecci, capace di raggiungere la finale e mettere paura persino a Bjorn Borg. Da quella doppia presenza tricolore nell’elite del tennis internazionale sono passati dunque 39 anni e 4 mesi abbondanti. Fabio Fognini, attuale numero uno azzurro, che ha totalizzato 111 settimane nei top 20 in quattro distinti periodi: 22 luglio 2013-10 agosto 2014, 18 agosto 2014-1 febbraio 2015, 26 febbraio-13 maggio 2018 e dal 21 maggio ad oggi. Lunedì 15 ottobre il ligure inizierà la sua 112esima settimana da top 20. Se lui e Cecchinato dovessero riuscire a mantenere la posizione sino a fine anno, sarà la seconda volta nella storia che due tennisti italiani chiudono l’anno tra i primi 20 dal 1973: nella prima classifica di fine anno nella storia dell’ATP, Adriano Panatta figurò al numero 14 del mondo e Paolo Bertolucci al numero 20. 

La stagione d'oro del tennis azzurro

Il 2018 è un anno magico per il tennis maschile italiano. La rivelazione è senza dubbio Marco Cecchinato: prima il titolo a fine aprile a Budapest, il primo nel circuito maggiore, poi la storica semifinale al Roland Garros a 40 anni dall'ultima di un tennista italiano (era il 1978 con Barazzutti), quindi il secondo squillo a Umago e ora i progressi anche sul cemento, con i primi ottavi in un 1000. Una stagione da sei titoli conquistati dagli azzurri: tre portano la firma di Fabio Fognini (San Paolo e Bastad sulla terra, Los Cabos sul cemento), arrivato vicinissimo al poker (a Chengdu ha perso in finale con Tomic mancando tre match point), due appunto sono stati griffati da Cecchinato e uno da Matteo Berrettini, a segno a Gstaad. 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi