Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
02 novembre 2018

Fognini, niente ATP Finals: "Si chiude una stagione positiva, forse la migliore della carriera"

print-icon

L'azzurro, reduce dal ko agli ottavi di finale del Masters di Bercy contro Federer, ha annunciato via social la fine della sua stagione. "Forse è stato l'anno migliore della mia carriera", ha detto il numero 13 del mondo, escludendo così la possibilità di essere riserva alle Finals di Londra

PARIGI, FOGNINI ELIMINATO DA FEDERER

Fabio Fognini chiude ufficialmente il suo 2018. L'azzurro, poche ore dopo l'eliminazione agli ottavi di finale del Masters di Bercy per mano di Roger Federer, ha affidato ai suoi social una nota in cui comunica la fine dell'attività agonistica della stagione. Niente ruolo di riserva alle ATP Finals di Londra per il ligure, 12° nella Race to London e possibile 'alternate' in caso di forfait di Juan Martin Del Potro (quasi certo) e di Rafa Nadal, in dubbio dopo il problema agli addominali che gli ha impedito di essere in campo a Bercy. Con un post sui propri profili social, in italiano e inglese, Fabio ha ammesso di essere stato protagonista di una stagione "buona, forse la migliore per me", con "molti alti e bassi, esperienze, emozioni, momenti positivi e negativi”. In effetti è stata un’annata davvero positiva per il 31enne di Arma di Taggia, che ha messo in bacheca tre titoli ATP 250 (San Paolo e Bastad sulla terra, Los Cabos sul cemento), arrivando vicinissimo al poker (a Chengdu ha perso in finale con Tomic mancando tre match point). Fabio ha raggiunto per nove volte le semifinali nel circuito maggiore (è il tennista con maggior numero di presenze al penultimo atto di un torneo), ben sette delle quali sul veloce, segno di una competitività su tutte le superfici e non solo sull'amato rosso. Non a caso, a livello Slam ha raggiunto gli ottavi sia agli Australian Open che al Roland Garros (terzo turno a Wimbledon e secondo agli US Open), mentre nei 1000 il miglior risultato sono i quarti di finale agli Internazionali d'Italia. L'azzurro ha inoltre inanellato 46 successi nel 2018 (con 21 sconfitte), un record per lui: erano stati 42 nel 2013. Grazie a questa continuità di rendimento, Fognini ha eguagliato il best ranking, alla 13esima posizione della classifica mondiale, con la possibilità di provare l’ingresso nella Top 10, probabilmente uno degli obiettivi di Fabio per il 2019. 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi