Berrettini: "Sono in estasi. Federer? Voglio godermela, mia nonna farà il tifo per me"

Tennis

Il tennista romano ha eliminato l'argentino Diego Schwartzman al terzo turno e lunedì affronterà Roger Federer agli ottavi. Matteo Berrettini è sembrato ancora incredulo qualche ora dopo la grande impresa, ma non ha intenzione di smettere di sognare. Lunedì Berrettini affronterà Federer sul Centrale di Wimbledon in esclusiva su Sky Sport

Wimbledon è in esclusiva su Sky Sport: 6 canali dedicati con mosaico interattivo

BERRETTINI-FEDERER, LA CRONACA LIVE

I RISULTATI - GUIDA TV - TABELLONI

WIMBLEDON LIVE CHANNEL

CHE IMPRESA BERRETTINI

Unico italiano ancora in gara alla seconda settimana del torneo di Wimbledon e con la sfida delle sfide che tutti sognano ad attenderlo. Matteo Berrettini si gode il suo straordinario momento: il tennista romano classe 1996 affronterà "il padrone di casa" Roger Federer agli ottavi di finale in programma nel "Super Monday" sull'erba londinese (in campo tutti i sedici tennisti ancora in gara nel torneo maschile). Berrettini è parso ancora incredulo dopo la sua grande impresa compiuta al terzo turno con l'argentino Diego Schwartzman e non ha nessuna intenzione di smettere di sognare.

"Non mi sembra vero"

Quattro ore e diciannove minuti: tanto è durata la maratona con Schwartzman, battuto dall'italiano al quinto set dopo aver annullato tre match-point. Berrettini ha parlato ai microfoni di Sky Sport qualche ora dopo la grande impresa: "Non mi sembra vero, sono ancora carico di adrenalina. È stato molto difficile battere Schwartzman dopo un incontro così lungo". Il 23enne romano non riesce quasi a darsi una spiegazione: "Non so che cosa è successo oggi e non so che cosa succederà lunedì. Sono solo felice, mi sento quasi in estasi".

Matteo contro Roger

Lunedì Berrettini affronterà Federer agli ottavi di finale sul Centrale di Wimbledon: è il punto più alto del suo torneo in cui ha battuto anche il cipriota Marcos Baghdatis al secondo turno e lo sloveno naturalizzato britannico Aljaz Bedene al primo. Tra l'impresa con Schwartzman e la sfida a Federer però c'è una domenica senza gare in cui Berrettini dovrà soprattutto riposare: "Mi allenerò poco perché devo recuperare. Non so che cosa succederà lunedì". Berrettini affronterà il suo idolo di sempre Federer: "Sono felice che accadrà, voglio godermela al 100% e voglio entrare in campo in maniera decisa e giocarmi tutte le mie carte. Voglio entrare in campo a testa alta, so che non sarà una passeggiata. Bisogna crederci, è un sogno che si avvera e mi sento orgoglioso di me stesso, ma voglio continuare a spingere".

La videochiamata con la nonna

Berrettini non ha intenzione di cambiare il suo stile di gioco di fronte al vincitore di otto tornei di Wimbledon negli ultimi sedici anni. Insomma, anche per Federer questa volta ci sarà da sudare: "Il mio gioco stanca gli avversari perché sono sempre in spinta e loro devono essere freschi ed essere in condizione per starmi dietro. Al quinto set contro Schwartzman ho avuto questa sensazione, riuscivo a mettere i piedi bene a terra e a spingere. Ho fatto esperienza negli ultimi anni, arrivo più pronto a questi ottavi, ma voglio comunque farmi travolgere dall'emozione". A proposito di spinta: Berrettini potrà contare anche sul supporto della nonna nella sfida allo svizzero: "Dopo la vittoria con Schwartzman ho fatto una videochiamata con lei che tifa Federer, ma questa volta farà il tifo per me".

I più letti