Wimbledon, Berrettini: "Federer mi ha dato una lezione, mi servirà per il futuro"

Tennis

Le parole del tennista azzurro a Sky Sport dopo il ko con Roger Federer negli ottavi di finale di Wimbledon: "Resto comunque orgoglioso del mio percorso, dalle sconfitte ho sempre imparato. Giocare con lui sul Centre Court è un sogno che si è avverato"

Wimbledon è in esclusiva su Sky Sport: 6 canali dedicati con mosaico interattivo

FEDERER-NADAL LIVE

FEDERER ELIMINATA BERRETTINI: GLI HIGHLIGHTS

I RISULTATI - GUIDA TV - TABELLONI

WIMBLEDON LIVE CHANNEL

"Sto ancora tremando per l’adrenalina e la tensione". Matteo Berrettini ha perso 6-1 6-2 6-2 con Roger Federer e l’emozione della sfida sul Centre Court contro il re dei Championships è ancora viva. Peccato sia durata poco più di un’ora. "Ho preso una stesa, ma mi porterò dentro tante informazioni da questa partita – ha commentato il numero due azzurro a Sky Sport -. Giocare con Roger è sempre stato il mio sogno, poi figuriamoci su questo campo… In ogni caso sono orgoglioso del mio percorso. Dalle sconfitte ho sempre imparato e mi servirà anche questa volta".

L’analisi del match

Il match non è andato come se lo aspettava e Berrettini prova ad analizzare cosa non ha funzionato nel suo gioco. "Quando spingevo lui non andava in difficoltà e al servizio ho giocato così così – ha proseguito il tennista romano -. Lui ha risposto bene, anche se le mie seconde mi sembravano molto buone. Il mio obiettivo è giocare queste partite alla pari. Sono ancora giovane e ho tanto margine per migliorare".

Lo scambio di battute con Federer

La stagione su erba di Berrettini è stata comunque al di sopra delle aspettative, con la vittoria di Stoccarda e la semifinale di Halle in aggiunta agli ottavi di finale a Wimbledon. "Sto maturando e migliorando giorno dopo giorno. Si tratta di un processo di crescita che ha bisogno dei suoi tempi – ha concluso il numero 20 del mondo -. Il prossimo anno sarò più pronto per un match del genere. Cosa mi ha detto Federer? Mi ha fatto i complimenti per la stagione su erba e gli auguri per il futuro. Io invece l’ho ringraziato per la lezione (ride, ndr). Poi in spogliatoio gli ho anche chiesto cosa ne pensasse delle condizioni di visibilità: Roger mi ha confermato che era abbastanza buio e non si vedeva benissimo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.