Incidente d'auto per Nick Kyrgios: demolita l'auto da 180mila euro

Nick Kyrgios
©Getty

Altra disavventura per il bad boy australiano, attualmente squalificato (con la condizionale) dall'ATP: presta la sua Dodge Demon a un amico, che la distrugge contro un palo della luce

Nick Kyrgios ne ha combinata un'altra delle sue: l'australiano è infatti rimasto coinvolto in un incidente stradale in cui ha letteralmente distrutto la sua Dodge Demon da 300mila dollari australiani (circa 180mila euro). Alla guida, però, non c'era il bad-boy di Canberra, bensì un suo amico, a cui stava facendo provare il bolide. Secondo quanto riportato dalla stampa locale, Kyrgios era seduto a fianco del guidatore, che avrebbe perso il controllo del mezzo dopo aver urtato un cordolo di una rotonda, finendo contro un palo della luce. Ingenti i danni alla vettura, che il 23enne di Canberra si era fatto preparare e personalizzare appositamente negli Stati Uniti. Illesi invece gli occupanti dell'auto, che subito dopo l'accaduto hanno tentato (invano) di impedire a giornalisti e fotografi di documentare l'incidente. Kyrgios è dunque finito ancora una volta nella bufera, dovendo anche pagare una multa di 385 dollari comminata dalla polizia locale, in quanto proprietario del mezzo. Niente a che vedere, comunque, con le sanzioni inflitte dall'ATP al giocatore australiano, che al momento è in pausa per curarsi un problema fisico dopo l'eliminazione al 1° turno del torneo di Zhuhai contro Andreas Seppi. 

La squalifica (con condizionale) dell'ATP

Appena tre settimane fa per Kyrgios erano arrivate sedici settimane di squalifica e 25mila dollari di multa, con la possibilità di annullamento dopo 6 mesi di 'buona condotta'. L'Atp aveva accertato che Kyrgios "aveva commesso un comportamento aggravato del codice deontologico" durante  il Masters di Cincinnati, coprendo di insulti ("Sei una f...a marionetta") e sputando a un giudice di sedia. Entrambe le sanzioni saranno revocate nel caso nei prossimi sei mesi Kyrgios non commetterà ulteriori violazioni del codice per "abuso verbale o fisico nei confronti di funzionari, spettatori o altre persone", oppure "comportamento antisportivo durante o al termine della partita, oppure oscenità. In questo periodo, Kyrgios dovrà rivolgersi ad un mental coach per i tornei e ad uno psicologo per la gestione della rabbia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.