Coppa Davis, i provvedimenti in vista di Italia-Corea del Sud per il coronavirus

Tennis

Cagliari è pronta ad ospitare la partita di Coppa Davis tra Italia e Corea del Sud. Si giocherà a porte chiuse, ma sono molte le nuove normative da applicare dopo il Decreto legato al coronavirus. In primis una sala stampa in cui si è rispettato il metro di spazio necessario per evitare il contagio. In Giappone, Nishikori si presenta al sorteggio con la mascherina

CORONAVIRUS: GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Tutto pronto a Cagliari per Italia-Corea del Sud, partita valida per i preliminari di Coppa Davis. Si giocherà a porte chiuse a seguito del Decreto governativo legato all'emergenza coronavirus. L'assenza di pubblico, però, non è l'unica novità riguardante questo importante evento. Durante il sorteggio, effettuato presso il Teatro Doglio di Cagliari, è stata fatta rispettare la norma che prevede di lasciare un metro di spazio tra una persona e l'altra, in modo da minimizzare i rischi di contagio. La foto, pubblicata dal profilo Twitter della Federtennis, vede distanziati sia i giocatori che i giornalisti. Non sarà quello, però, l'unico accorgimento di questo particolare fine settimana tennistico in Sardegna.

Niente "raccatta asciugamani" a Cagliari

Nell’ottica delle misure preventive per ridurre ulteriormente il rischio di contagio da coronavirus, l’ITF e la Corea del Sud hanno accettato la proposta della Federazione italiana Tennis di evitare che i raccattapalle porgano ai giocatori gli asciugamani per detergere il sudore. Sarà, dunque, compito diretto ed esclusivo dell’atleta gestire il proprio telo, che in caso di necessità, dovrà portare con sé poggiandolo a fondo campo. Si tratta di una misura igienica già caldeggiata in passato ed ancor più necessaria ora vista la contingenza dell’emergenza sanitaria. La nuova tendenza di esonerare i raccattapalle dall’ingrato compito di “raccatta asciugamani” è già divenuta regola alle Next Gen Finals.

fognini
Niente "raccatta asciugamani" per Fognini e compagni a Cagliari durante i match di Davis - ©Getty

Sale stampa separate per giornalisti italiani e coreani

Ancora prima dell'uscita del Decreto, era stata predisposta un’attività di prevenzione sanitaria per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Come annunciato dal sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, è stata allestita apposita zona per la stampa coreana all’interno della club house del TC Cagliari. La misura precauzionale adottata dalla Federazione Italia Tennis è volta ad evitare la presenza di media asiatici all’interno della Sala Stampa nell’area della scuola primaria adiacente, la cui palestra sarà utilizzata dagli organizzatori proprio per la Sala Stampa. Sono state dedicate quattro vetture ad uso esclusivo sia della squadra che della delegazione coreana sin dall’arrivo all’aeroporto e per qualsiasi spostamento durante la permanenza in Sardegna. Entrambe le squadre alloggiano a Palazzo Doglio, in aree separate dell'hotel e con zone distinte per la ristorazione. Anche al TC Cagliari sono state allestite zone separate per ciascuna squadra per quanto riguarda spogliatoi ed aree di ristorazione. 

Nishikori al sorteggio con la mascherina

Kei Nishikori non tornerà come previsto in campo in questo fine settimana. Il giapponese ha dato forfait per il match di Davis di Miki tra il suo Giappone e l'Ecuador. "Il mio fisico non è ancora pronto", ha detto l'attuale numero 31 del ranking, fermo da ormai sei mesi per un infortunio al gomito. Nishikori si è presentato in sala stampa indossando una mascherina, con tanto di bandiera del Giappone. 

 

I più letti