Chi è Hurckacz, l'avversario di Sinner nella finale di Miami

Tennis
Twitter ATP

"Hubi è il mio miglior amico del circuito". Parole di Jannik Sinner sull'avversario della finale a Miami, Hubert Hurkacz, polacco classe 1997, due finali vinte in carriera proprio come l'azzurro, che in Florida ha già fatto fuori gente del calibro di Shapovalov, Raonic, Tsitsipas e Rublev

SINNER-HURKACZ LIVE

E' Hubert Hurkacz l'ultimo ostacolo tra Jannik Sinner e il primo trionfo in carriera in un Masters 1000. Ma chi è questo polacco classe 1997, numero 37 del mondo, non certo famoso ai livelli di Nadal e Federer, ma elemento di qualità e in grande ascesa, come dimostrano gli ultimi mesi? Conosciamolo in attesa della finale di domenica, in diretta alle 19 su Sky Sport Arena e in streaming su NOW.

Sinner-Hurkacz, amici e compagni di doppio

guida tv

Sinner o MotoGP? Su Sky Q li vedi entrambi!

"E' una bravissima persona, ci siamo allenati insieme spesso, anche qui a Miami prima dei quarti. E' forse il mio miglior amico sul circuito". Così Jannik Sinner nella conferenza stampa prima del match presenta Hubert Hurkacz. I due hanno fatto coppia un paio di settimane in doppio a Dubai, ripetendo l’esperienza del Melbourne-Great Ocean Road Open dove erano arrivati addirittura nei quarti. 

Hurkacz come Sinner: 2/2 nelle finali ATP

l'allenamento

Sinner come Del Piero, l'allenamento dei campioni

Hukacz, 24enne di Wroclaw, n.37 ATP e 26^ testa di serie a Miami, ha raggiunto come Sinner la sua prima finale in un Masters 1000. Esattamente come Jannik, ha vinto le due finali disputate a livello ATP: ha conquistato il trofeo a Wiston-Salem nel 2019 e a Delray Beach lo scorso febbraio. Fisico imponente, 196 centimetri per 81 chili, fa parte della generazione dorata del ’97, anche se finora ha raccolto meno dei più famosi Sascha Zverev ed Andrey Rublev. Hurkacz è virtualmente già best ranking al 25, tre posti più su del vecchio primato (n.28 a febbraio del 2020): in caso di vittoria sarebbe 16.

Il percorso di Hurkacz a Miami

Le parole

Sinner a Sky: "Devo la mia forza ai miei genitori"

Hurkacz ha messo in fila all’esordio (direttamente al secondo turno) lo statunitense Denis Kudla, n.123 ATP, poi i canadesi Denis Shapovalov, n.11 ATP e sesta testa di serie, e Milos Raonic, n.12 ATP e 12^ testa di serie, quindi nei quarti il greco Stefanos Tsitsipas, n.5 del ranking e 2 del seeding, ed in semifinale il russo Andrey Rublev, n.8 del ranking e 4 del seeding. Nella sua marcia verso la finale ha lasciato per strada solo due set: il primo contro Raonic ed ancora il primo contro Tsitsipas. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.