Djokovic, le news dall'Australia: "Commesso errori su regole Covid e viaggi"

australian open
©Ansa

Mentre si allungano i tempi per la decisione sul visto, Djokovic ammette di aver violato l’isolamento (in occasione dell’intervista a L’Equipe) e spiega che gli errori nel documento di immigrazione sarebbero dovuti al suo agente. I media australiani ricordano che la pena massima per una dichiarazione falsa sul test, in base al Crimes Act, è di 5 anni di carcere. La Atp prevede 3 anni di squalifica per chi è scoperto a falsificare il risultato di un tampone

DJOKOVIC, LE NEWS LIVE DI OGGI

Anche la Serbia ha smesso di difenderlo, Novak Djokovic ha mentito. In attesa della decisione definitiva del governo australiano, che ha il potere di cancellargli il visto, il numero uno al mondo con un post su Instagram ha ammesso di avere violato la quarantena. Il 18 dicembre infatti, pur consapevole di essere positivo ha fatto un intervista con L’Equipe. "Ero asintomatico, ho mantenuto la distanza di sicurezza, mi sentivo obbligato a farla", ha detto il serbo, intervistato in quanto campione tra i campioni del 2021 per il magazine francese.

Ma quello che lui definisce un errore di giudizio, per il codice penale serbo è un reato, per il quale si rischia una pena massima di 3 anni di carcere. Le indagini si stanno concentrando anche sui certificati di positività del tennista, grazie ai qr code si sono scoperte delle incongruenze e gli orari potrebbero essere stati retrodatati. L’altro punto riguarda la dichiarazione di viaggio falsa, “un errore umano”, lo ha definito Djokovic, dando la responsabilità al suo agente. 
 

In Serbia le leggi sono uguali per tutti”, ha detto la prima ministra Ana Brnabić, “A nessuno è permesso di violare le regole di isolamento". Non è la prima volta che Djokovic è costretto a chiedere scusa per questioni riguardanti il covid, nel giugno 2020, in piena pandemia aveva organizzato l’Adria tour, un torneo senza obbligo di mascherine e di distanziamenti, con feste e assembramenti, al termine del quale lui stesso, positivo, si era dovuto scusare per la leggerezza.  È sempre un onore giocare gli Australian Open, ha scritto sui social, voglio avere l’opportunità di partecipare. Basterà?

1 nuovo post

Djokovic in Australia, le news di oggi

  • Djokovic su Instagram: "Commesso errori su regole Covid e viaggi"
  • Djokovic: "Ero positivo durante intervista a L'Equipe: errore di giudizio"
  • Djokovic: "Errore nella dichiarazione sui viaggi, colpa del mio agente"
  • Djokovic: "Negativo a test antigenico per incontro con bambini a Belgrado"
  • Djokovic: "Fatta disinformazione che fa male alla mia famiglia"
  • Media australiani: "Nuovi documenti, nessuna decisione per oggi"
  • Premier serba: "Se fosse così, ha violato le regole"
  • Djokovic si allena alla Rod Laver Arena. FOTO
- di Redazione SkySport24

Dichiarazioni false, cosa rischia Djokovic?

Sulla base del Crimes Act, come riporta la stampa australiana, la massima pena prevista per una dichiarazione falsa sul test è di cinque anni. Ciò premesso, è più probabile che per Djokovic ci siano conseguenze dal punto di vista strettamente spotivo. In tal senso, l'Atp aveva chiarito che "qualora un giocatore venisse scoperto a falsificare l'esito di un tampone, è prevista una squalifica di tre anni". E ciò era stato stabilito prima del caso Djokovic.
- di Redazione SkySport24

Social Australian Open, primo post su Djokovic

In attesa della decisione su Djokovic, un primo post sul serbo è stato pubblicato dai social dell'Aus Open: "Il 9 volte campione al lavoro". Con riferimento al secondo allenamento sostenuto a Melbourne.
- di Redazione SkySport24

Madre Djokovic: "Non era a conoscenza della positività"

Novak Djokovic probabilmente "non era a conoscenza" del risultato positivo al test Covid-19 quando ha partecipato a un evento in Serbia senza mascherina. Lo ha detto sua madre in un'intervista al canale televisivo australiano Channel 7. Il tennista n.1 del mondo, non vaccinato, è stato visto a Belgrado il 16 dicembre, dopo la positività al Covid. Il 17 dicembre, la Federtennis serba ha annunciato sulla propria pagina Facebook che "il miglior tennista del pianeta" aveva assegnato lo stesso giorno coppe e diplomi ai giovani giocatori. Il post conteneva diverse foto di Djokovic con i funzionari della federazione e circa 20 adolescenti, tutti senza mascherine. "Probabilmente non sapeva - di essere positivo al Covid-19 all'epoca, ha sostenuto sua madre Dijana - Non lo sapeva perché quando si è accorto di essere positivo si è isolato", ha aggiunto, sottolineando che sarebbe stato meglio chiederne conferma al figlio in persona". 
- di Redazione SkySport24
Tutte le news sul Covid di oggi. IL LIVEBLOG
- di Redazione SkySport24

Tabellone Australian Open: sorteggio previsto per le 15 (ora locale) di giovedì 

Sempre più vicino il momento del sorteggio del tabellone degli Australian Open, previsto per le 15 (ora locale) di giovedì. Saranno le 5 del mattino in Italia. Djokovic, la cui presenza resta in forte dubbio, è la testa di serie n°1 del seeding
- di Redazione SkySport24

Aus Open su Twitter: "Il 9 volte campione al lavoro"

- di Redazione SkySport24

Padre Djokovic chiede intervento Regina Elisabetta: "Stop a persecuzione contro Novak"

Srdjan Djokovic, padre di Nole, chiama in causa la Regina Elisabetta per cercare di risolvere la questione del figlio: "Chiamo la Regina Elisabetta, come leader del Commonwealth, per intervenire e proteggere i diritti umani di mio figlio. Chiedo di fermare la persecuzione politica nei suoi confronti da parte dell'Australia". Lo riporta news.com.au citando media serbi

- di Redazione SkySport24

The Age: "Funzionari australiani hanno notato serie di errori e discrepanze"

"Funzionari australiani hanno ampliato la loro indagine sul visto di Novak Djokovic includendo una serie di errori e discrepanze: la sua violazione dell'isolamento, una dichiarazione di viaggio errata e dichiarazioni incoerenti su quando ha appreso del suo risultato positivo". Lo riporta il quotidiano australiano 'The Age'
- di Redazione SkySport24

Djokovic, nuovo allenamento alla Rod Laver Arena

Dopo quello di martedì, Novak Djokovic ha svolto un altro allenamento alla Rod Laver Arena, riservata a lui dalle 13 ora australiana (le 3 in Italia). Nole ha scambiato con il giovane australiano Tristan Schoolkate. LA GALLERY
- di Redazione SkySport24

Media australiani: "Nessuna decisione sul visto verrà presa oggi"

Nessuna decisione riguardante il visto di Novak Djokovic verrà presa oggi, mercoledì 12 gennaio. Lo riporta in un tweet il giornalista di 9 News Australia, Chris O'Keefe: “Gli avvocati del sig. Djokovic hanno recentemente fornito lunghe ulteriori osservazioni e documenti giustificativi ritenuti rilevanti per la possibile cancellazione del visto del sig. Djokovic. Questo influirà sui tempi
- di Redazione SkySport24

La ricostruzione de L'Equipe dell'intervista del 18 dicembre

L'Equipe ha voluto ricostruire quanto accaduto nell'intervista dello scorso 18 dicembre, quando Djokovic si è presentato a Belgrado per ricevere il premio "Champion of Champions 2022" pur avendo ricevuto la notizia della positività al Covid tramite un test PCR. 
  • L'Equipe ha chiesto a un certo punto durante l'intervista di 33 minuti di scattare foto dell'intervista stessa e se Djokovic si sarebbe tolto brevemente la maschera per quelle foto. Djokovic ha rifiutato
  • L'Equipe dice che Djokovic ha posato e urlato durante il servizio fotografico del trofeo senza maschera. 
  • L'intervista è stata fatta con istruzioni preliminari: nessuna domanda sulla vaccinazione o sulle sue intenzioni riguardo al prossimo Australian Open. "Argomento molto delicato", ha detto. 
  • Il giornalista de L'Equipe, Franck Ramella, che ha effettuato l'intervista, ha affermato di essere risultato negativo al test questa settimana prima di volare in Australia
- di Redazione SkySport24

Premier serba alla BBC: "Se fosse, Djokovic ha violato le regole in Serbia"

Appena prima della pubblicazione su Instagram del comunicato in cui Djokovic ricostruisce i fatti relativi alla sua positività, la premier serba Ana Brnabić aveva così parlato alla BBC: "Non conosco i dettagli di quanto accaduto a dicembre, solo Djokovic li conosce. Se fossero confermate le versioni, si tratterebbe di una chiara violazione alle regole". Secondo quanto riportato dalla giornalista Karen Sweeney, la pena massima in Serbia per questo reato è di 3 anni di reclusione
Immagine
- di Redazione SkySport24

Djokovic: "Non farò più alcun commento sulla vicenda"

"Sentivo fosse importante chiarire la disinformazione su questi fatti. Non farò più alcun commento in rispetto al processo in corso e per rispetto del Governo Australiano. E' sempre un onore e un privilegio giocare gli Australian Open, un torneo molto amato da giocatori, tifosi e comunità, non solo a Victoria e in Australia, ma in tutto il mondo. Voglio solo avere l'opportunità di competere con i migliori del mondo davanti a uno dei migliori pubblici del mondo"
Immagine
- di Redazione SkySport24

Djokovic: "Errore nella dichiarazione viaggi? Colpa del mio agente"

Nole parla anche del modulo di ingresso in Australia in cui ha dichiarato di non aver viaggiato nei 14 giorni prima del suo arrivo il 6 gennaio in Australia. Ma sui social ci sono immagini che lo ritraggono a Belgrado il giorno di Natale e poi a Marbella in Spagna il 2 gennaio. "Questa documentazione è stata presentata dal mio team e il mio agente si scusa sinceramente per l'errore amministrativo nello spuntare la casella errata sul mio viaggio precedente all'arrivo in Australia. Questo è stato un errore umano e certamente non intenzionale. Viviamo in tempi difficili in una pandemia globale e a volte possono verificarsi questi errori"
Immagine
- di Redazione SkySport24

Djokovic: "Positivo a intervista Equipe, è stato un errore di giudizio"

"Mi sono sentito obbligato ad andare avanti perché non volevo deludere il giornalista, ma mi sono assicurato di restare a distanza di sicurezza e di indossare la mascherina, tranne quando mi è stata scattata una foto. Mentre tornavo a casa dopo il colloquio per isolarmi per il periodo richiesto riflettendoci, ho capito che il mio è stato un errore di giudizio e ammetto che avrei dovuto rimandare l'appuntamento"
Immagine
- di Redazione SkySport24

Djokovic: "Negativo a test antigenico il 17 dicembre nell'incontro con i bambini a Belgrado"

"Il giorno successivo ho partecipato a un evento di tennis a Belgrado per consegnare premi ai bambini e ho fatto un test rapido dell'antigene prima di andare all'evento, ed è stato negativo. Ero asintomatico e mi sentivo bene e non avevo ricevuto la notifica di un risultato positivo del test molecolare fino a dopo quell'evento. Il 18 dicembre mi trovavo nel mio centro di tennis a Belgrado per un'intervista e un servizio fotografico a L'Equipe fissati da tempo. Ho cancellato tutti gli altri eventi tranne l'intervista a L'Equipe"
Immagine
- di Redazione SkySport24

Djokovic: "Test molecolare il 16 dicembre dopo focolaio a partita di basket"

"Voglio sottolineare che mi sono attenuto alle regole per il tracciamento e che ho provato a mettere tutti in sicurezza. Ho assistito a una partita di basket a Belgrado il 14 dicembre, e mi è stato riferito che un certo numero di persone è risultato positivo al Covid. Nonostante non avessi i sintomi, il 16 dicembre ho fatto un test antigenico rapido che è risultato negativo e per maggiore cautela lo stesso giorno ho eseguito un test molecolare.
Immagine
- di Redazione SkySport24

Djokovic: "Disinformazione che fa male alla mia famiglia"

"Voglio chiarire la continua disinformazione riguardo le mie attività e gli eventi a cui ho partecipato dopo la mia positività al Covid a dicembre. Questa disinformazione va corretta, in particolare per l'interesse di tutti coloro che sono preoccupati per la mia presenza in Australia e per il dolore che sta provocando alla mia famiglia"
Immagine
- di Redazione SkySport24

Djokovic su Instagram: "Positivo durante intervista Equipe, ho sbagliato"

Novak Djokovic è tornato a parlare con un lungo post su Instagram in cui ricostruisce i giorni successivi alla sua positività, in cui era stato ritratto a Belgrado ad eventi pubblici e aveva rilasciato un'intervista al quotidiano francese L'Equipe, il tutto spesso senza protezioni. 
- di Redazione SkySport24

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche