Caricamento in corso...
10 giugno 2017

Formula 1, GP Canada: pole Hamilton, eguagliato Senna. 2° Vettel

print-icon

65^ pole in carriera per Lewis Hamilton, che eguaglia il primato di Ayrton Senna e riceve dalla famiglia in dono il casco del campione brasiliano. In prima fila Vettel, anche lui sotto il vecchio record della pista. 3° Bottas, 4° Raikkonen, 5° Verstappen. Alonso fuori dai migliori 10 per soli 2 decimi. La diretta ESCLUSIVA della gara domani alle 19.00 su Sky Sport F1 HD (canale 207) e online con il nostro live-blog

CLICCA QUI PER SEGUIRE IL GP DEL CANADA LIVE

TUTTI I TEMPI

LA GRIGLIA DI PARTENZA

LA GUIDA TV

Montreal è il territorio di Lewis. L’hanno scritto i tifosi di Hamilton su uno striscione, l’ha confermato l’inglese in pista con una qualifica da urlo. Record della pista polverizzato per ben due volte. Prima scendendo sotto l’1:12’’ e poi, all’ultimo respiro, staccando un 1:11:459 che lo catapulta nella storia. Non poteva scegliere posto migliore per raggiungere il suo Mito. 65^ pole in carriera, come Ayrton Senna suo idolo sin da bambino. Un momento indimenticabile per l’inglese della Mercedes, ma mai come quello successivo a queste qualifiche. Quando riceve in dono dalla famiglia di Ayron un casco originale indossato dal campione nella stagione 1987 al volante della Lotus. Ora sono solo 3 le pole position che lo separano dal record assoluto di Michael Schumacher.

Al suo fianco in prima fila partirà Sebastian Vettel che si è nascosto nel Q1, ha accusato qualche problemino di set up nel Q2 prima di piazzare la zampata. 1:11:795, poi abbassato di altri 6 millesimi ma non sufficienti per poter avvicinare il tempo monstre del rivale. 330 millesimi separano i due duellanti per il mondiale, ma il passo gara della Ferrari è più che competitivo e questo fa ben sperare i tifosi della Rossa in vista del GP.

In seconda è sempre duello Mercedes-Ferrari, con Bottas che precede di pochi millesimi Raikkonen, entrambi a oltre 7 decimi da Hamilton. Terza fila tutta Red Bull con Verstappen (occhio all’olandese, che sul passo gara è sembrato potersela giocare coi migliori) e Ricciardo (uno di quelli che ha girato meno da venerdì a oggi). Segnali incoraggianti per Alonso, fuori dai migliori 10 per soli due decimi. Visto i precedenti, un risultato da festeggiare, come hanno fatto al box i meccanici della McLaren. Ma lo spagnolo non sembrava dello stesso avviso, tanto è che ha invitato uno degli ingegneri a guardare la parte posteriore della sua monoposto, dove evidentemente si nasconderebbe la soluzione dei problemi del team di Woking.

Tutti i siti Sky