Incidente Zanardi, l'autista del camion: "Sono mortificato, ma non ho colpe"

zanardi

Marco C., autista del camion contro il quale ha impattato Zanardi, ha rilasciato un’intervista al giornale radio Rai: "Ho fatto il possibile, penso tutte le notti a quel momento, mi dispiace e gli sono vicino. La situazione è brutta, non essendo colpa mia: quando ho visto che lui sbandava mi sono buttato tutto a destra, ma lui mi è venuto addosso ed è scivolato. Mi è spuntato davanti in una frazione di secondo"

ZANARDI, GLI AGGIORNAMENTI DEL 23 GIUGNO

L’autista del camion rimasto coinvolto nell’incidente di Alex Zanardi a Pienza ripercorre quei drammatici momenti nel corso di un’intervista rilasciata al giornale radio Rai: "La situazione è brutta, non essendo colpa mia: quando ho visto che lui sbandava mi sono buttato tutto a destra, ma lui mi è venuto addosso ed è scivolato verso il camion. Sono mortificato, ma mi è spuntato davanti in una frazione di secondo".

"Mi sono buttato sulla destra, ma mi ha colpito"

vedi anche

Zanardi, cellulare trovato nel vano della handbike

Il 44enne Marco C. nel corso dell’intervista prova a fare una ricostruzione dell’impatto: "Ho visto questo gruppo di biciclette, quando ho notato uno che, non sapendo chi fosse, ha cominciato a sbandare. A quel punto mi sono buttato sulla destra, però è stata una frazione di secondo e mi ha colpito. Penso di aver fatto il possibile. Penso tutte le notti a quel momento, mi dispiace e gli sono vicino, non so come finirà ma sono a terra".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche