Incidente Zanardi, 90 km in bici per appendere cartello fuori dall'ospedale: "Forza Alex"

zanardi

Tutto il mondo degli sportivi si è idealmente stretto attorno a Zanardi dopo il grave incidente di venerdì 21 giugno. Tra questi c'è anche un gruppo di ciclisti, che hanno percorso i 90 km che separano Calenzano dal Policlinico di Siena per appendere un cartello fuori dall'ospedale con scritto "Forza Alex"

INCIDENTE ZANARDI, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Tanti tifosi a sostegno di Alex Zanardi fuori dal Policlinico di Siena. Un gruppo è arrivato in bicicletta la mattina del 21 giugno da Calenzano a Siena per un 'abbraccio', solo virtuale, al campione azzurro. Circa 90 km di strada col passo della domenica e giusto 10 minuti di sosta davanti all’ospedale dove Zanardi è ricoverato in terapia intensiva. Gesto quasi defilato, ma di affetto e di sostegno, di un gruppo di cicloamatori partiti dalla provincia di Firenze e arrivati a Siena. Lo hanno fatto per lui, "ragazzo forte ma sfortunato", hanno detto, "per cui è giusto essere qui". Poi hanno attaccato un cartello a un palo del piazzale fuori dal Policlinico con la scritta: "Forza Alex". E, discretamente, se ne sono tornati indietro, missione compiuta e altri 90 km di bici.

La teoria dei 'cinque secondi'

vedi anche

Zanardi, cellulare trovato nel vano della handbike

Ormai da venerdì 19 giugno per Alex Zanardi, che lotta nel reparto di terapia intensiva delle Scotte, si moltiplica ovunque il sostegno per la sua nuova sfida. Dentro l'ospedale, praticamente in postazione fissa, la tifosa più grande, sempre vicina. Si tratta della moglie Daniela che, solo a esserci, ha portato in corsia la teoria dei 'cinque secondi' che Alex usa per trovare la prestazione sportiva: quando pensi di non farcela, dice la sua regola, reggi ancora cinque secondi e provaci. Ora è il momento di farlo, e andare oltre. Ne sono testimoni medici e infermieri del Policlinico. Ne è testimone anche il sindaco di Siena Luigi De Mossi, che ha incontrato la signora Zanardi: "Mi ha detto che è molto contenta e molto sicura del lavoro che stanno facendo i medici. Il suo atteggiamento è ovviamente di dolore, ma fermo e consapevole della realtà che va ad affrontare. Ho trovato una persona molto lucida, consapevole dei rischi, ma estremamente dignitosa e rispettosa della vita del marito, della propria famiglia e dei propri sentimenti".

Il sostegno del mondo dello sport

vedi anche

Mihajlovic: "Zanardi un esempio, tifiamo per lui"

Tutto il mondo dello sport, anche a distanza, continua a inviare messaggi di affetto a Zanardi: "Gli mando un in bocca al lupo - ha detto l’allenatore del Milan, Stefano Pioli -. È un uomo vero, un grande sportivo e spero possa superare anche questa difficoltà". Da Bologna la promessa di Sinisa Mihajlovic: "Facciamo tutti il tifo per lui: se il Bologna dovesse battere la Juve, la vittoria sarebbe dedicata a lui. Alex con la sua voglia di vivere, la sua voglia di lottare è un esempio per tutti. Spero che questa situazione si risolva il meglio possibile: facciamo tutti il tifo". Prima della partita tra Atalanta e Sassuolo, un gruppo di tifosi nerazzurri ha esposto all’esterno del Gewiss Stadium di Bergamo uno striscione dedicato a Zanardi: "Forza Alex mola mia" (non mollare, in dialetto bergamasco).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.