Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
23 gennaio 2019

Saluto romano, la FA accusa Hennessey di nazismo

print-icon

Il portiere del Crystal Palace è stato ritratto in una foto di gruppo durante una cena di squadra nella quale sembrerebbe salutare con il classico gesto del saluto romano. La Football Association lo ha accusato di nazismo. Il giocatore avrà tempo fino al 31 gennaio per impugnare la sentenza

HENNESSEY, SALUTO NAZISTA? LA FA APRE UN’INCHIESTA

KAMARA, CI RISIAMO: ARRESTATO PER AGGRESSIONE
 

Altra polemica, altra punizione contro il nazismo. In Inghilterra, in questi mesi, non sono mancati casi del genere. Ultimo dei quali il presunto saluto romano da parte di Wayne Hennessey. Il portiere del Crystal Palace, infatti, è stato sorpreso mentre faceva questo gesto nel corso di una cena di squadra. L'immagine è stata ripresa da Max Meyer, che sui social ha inavvertitamente pubblicato una foto che ritrae proprio il braccia alzato del gallese Per questo motivo, la Football Association ha aperto un'inchiesta per approfondire la situazione, fino a giungere al provvedimento ufficiale. Hennessey è stato accusato di aver effettuato un saluto nazista, un gesto ritenuto “abusivo, offensivo e improprio, che ha screditato il gioco”. La FA ha aggiunto che si tratta di una violazione aggravata perché include un "riferimento all'origine etnica, alla razza, alla religione e al credo". Il giocatore avrà tempo fino al 31 gennaio per impugnare la sentenza.

Il fatto

Wayne Hennessey, portiere classe 1987 del Crystal Palace, è il titolare indiscusso fra i pali nella squadra di Roy Hodgson, come dimostrano le 17 presenze in Premier. Nell’ultimo periodo, a causa di qualche problema alla schiena, ha giocato solo 45’ nelle ultime sette giornate. Il fatto incriminato si è registrato in seguito al match vinto in FA Cup contro il Grimsby Town, squadra di League Two. Fatale una storia postata sulla propria pagina Instagram dal compagno Meyer che – durante la cena di squadra - lo ha ritratto in fondo alla tavolata con il braccio teso verso l’alto: “Mi sono agitato e stavo gridando alla persona che ha scattato la foto e allo stesso tempo ho messo la mano sulla mia bocca – ha tentato di giustificarsi l’estremo difensore gallese su Twitter subito dopo le feroci polemiche che lo hanno colpito - mi è stato fatto notare che sembra che io stia facendo un saluto del tutto inappropriato. Posso assicurare a tutti che non lo farei mai e qualsiasi somiglianza con quel tipo di gesto è assolutamente casuale. La Football Association, però, non gli ha creduto.
 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi