Spagna, omaggio a David Silva nell'amichevole contro la Bosnia: calcio d'inizio col figlio Mateo

Calcio

All'Estadio de Gran Canaria la Spagna ha celebrato David Silva e la sua storia con le Furie Rosse. Il centrocampista del City è stato premiato dalla federazione e ha dato il calcio d'inizio alla sfida con il figlioletto Mateo in braccio

SPAGNA, INFORTUNIO PER SERGIO RAMOS

NATIONS LEAGUE, l'INGHILTERRA VOLA ALLE FINAL FOUR

Una serata speciale per celebrare un campionissimo. All'Estadio de Gran Canaria di Las Palmas, la Spagna omaggia David Silva e la sua storia con le Furio Rosse: 125 partite e 37 gol per il centrocampista del Manchester City, che con la nazionale ha vinto un Mondiale (2010) e due Europei (2008 e 2012). La festa di David Silva è stata parzialmente rovinata dalla vittoria dell'Inghilterra sulla Croazia: un risultato che ha permesso agli inglesi di volare alle Final Four di Nations League proprio a discapito della Spagna. Il fantasista dei Citizens si è presentato in campo con il figlioletto Mateo e dopo la premiazione e le foto di rito ha dato il calcio d'inizio all'amichevole con la Bosnia di Edin Dzeko, organizzata dalla federazione nell'isola di Gran Canaria, luogo di nascita di David Silva, proprio per omaggiare il suo ex numero 21.

David Silva e il figlio Mateo

La scorsa stagione il giocatore del Manchester City ha vissuto un vero e proprio incubo dopo la nascita del figlio Mateo, nato prematuro di 25 settimane. Il suo bambino è stato ricoverato per 5 mesi a Valencia e David Silva ha fatto la spola tra la Spagna e Manchester per stargli vicino. Di fatto era a disposizione di Guardiola, ma il tecnico del City gli aveva comunque consentito di assentarsi dagli allenamenti ogniqualvolta lo ritenesse opportuno. Impossibile per lui giocare con la mente libera. Ora l'incubo è alle spalle, Mateo sta meglio e il centrocampista, 32 anni, dopo aver dato l'addio alla selezione spagnola al termine del Mondiale russo, può concentrarsi sui Citizens. L'inizio della squadra di Guardiola e di David Silva è stato straordinario: il Manchester City guida la Premier League dopo 12 giornate e lo spagnolo ha già realizzato 7 gol tra campionato e coppa. Luis Enrique lo richiamerebbe subito, ma Silva ha preso la sua decisione. Con le Furie Rosse la sua storia è finita.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche