#CESENASTORIES, 45^ puntata. "Il campionato lo vinciamo noi": parola di presidente

Calcio

Vincere con l'Isernia per dimenicare Recanati. Mentre sul campo si lavora per l'obiettivo finale, a meno nove dalla fine, il numero uno bianconero è tranquillo e guarda con fiducia all'immediato futuro: "Non ci deve far paura nessuno”

#CESENASTORIES, 44^ PUNTATA

#CESENASTORIES, 43^ PUNTATA

Il Cesena sembra aver smaltito la rabbia post Recanati: c’è voglia di riscatto, ma c’è la giusta serenità. Quella che si respira nello spogliatoio bianconero, “invaso” da calciatori...in erba. Sono i figli di alcuni giocatori che al campo si sono allenati insieme ai papà. E chi non ha figli, come Capellini, ci scherza su. “Abbiamo Loris (Tortori) che è il bambino più grande dell’asilo nido…ah, no, tu sei il papà, scusa….”. L’attaccante romano sta alla battuta e ci ride su.

Rosa al completo per domenica, Angelini deve solo scegliere: torneranno disponibili Ricciardo e De Feudis, assenti nell'ultima, sfortunata, trasferta per squalifica. Solo Davide Munari non sarà della partita per un problema muscolare.

Non resta allora che aspettare domenica, quando al Manuzzi arriverà l’Isernia: 27 punti che valgono il terzultimo posto in classifica insieme ad Avezzano e Olympia Agnonese. Molisani reduci da una batosta in casa: dopo mezzora erano già sotto di 4 gol. Per la cronaca la partita è stata (stra)vinta dal Pineto per 5-1. Solo 20 i gol segnati fino ad oggi dall'Isernia, il peggior attacco del girone F, di cui appena 7 segnati in trasferta. Ora mancano 9 partite alla fine del campionato e il Cesena può contare sui 5 punti di vantaggio sul Matelica, secondo. Ma attenzione a sottovalutare l’avversario... Poi, a parlare di promozione ci pensa il presidente bianconero. Sono fiducioso, il campionato lo vinciamo noi. Non ci deve far paura nessuno”. E se lo dice lui…

I più letti di calcio