Bayern Monaco, settimo campionato vinto in sei anni da Coman

Bundesliga

Record pazzesco del francese ex Juve e Psg. È dalla stagione 2012-13 che vince il campionato nazionale: prima in Francia, dunque in Italia, e ora al terzo titolo consecutivo in Baviera. Il doppio trionfo nel 2016 lo deve a 64 minuti giocati da bianconero contro l'Udinese. Una partita da scudetto che lui però... perse

POKER ALL'AUGSBURG, SCACCO MATTO ALLA BUNDES

BAYERN: E' IL SESTO TITOLO CONSECUTIVO 

Tre partite, tre campionati nazionali vinti. Possibile? Sì, perché in fondo il calcio è uno sport di squadra, e quando a fine stagione arriva il titolo, godono tutti. Tutti, compreso Kingsley Coman, non certo un nome a caso, con una casella tra le potenziali stelle del futuro già prenotata da tempo, ovvero da quando vestiva la maglia del Psg. Con il Bayern Monaco il non ancora ventiduenne francese di origini guadalupensi è ancora campione. Perché i bavaresi - nel 4-1 contro l’Augsburg - hanno portato a casa il 28^ Meisterschale nella loro storia, con cinque giornate di anticipo, per la sesta volta consecutiva. E tra tutti loro c’era anche Coman, uomo da 21 presenze (10 da titolare), 3 gol e 4 assist nella Bundesliga ancora in corso. Ma sopratutto, uno da sette campionati vinti nelle ultime sei stagioni.

Quando una sconfitta vale uno Scudetto 

Numeri da record, e per un giovane nato nel giugno del 1996 i trofei in totale sono già quattordici. Eppure di Coman non si parla come un uomo fortunato al momento giusto, ma di un giocatore di qualità, col futuro del club nelle proprie mani, nonostante per giustificare sette campionati nazionali vinti in sei anni ci sia anche certamente un po’ di meritocrazia da spartire con altri compagni. Coman vince infatti il campionato francese nel 2012-13 - e il seguente - nelle fila del Psg, nonostante raccolga appena tre presenze complessive in quelle due annate, e per un totale di 39 minuti, ma tanto vale per ricevere comunque a fine anno una medaglia da mettere nella propria bacheca. Dunque il passaggio a costo zero - alla Pogba - nella Juve: 14 presenze e 0 gol per il francese alla prima stagione, già, ma altro titolo messo nel palmares. Ma la vera curiosità, quella che alza il numero dei titoli rispetto alle annate disputate, risale però al 23 agosto 2015, quando gioca la prima di Serie A da titolare contro l’Udinese (sconfitta per 1-0), salvo poi partire a marcato ancora aperto verso la Baviera. A fine anno arriverà il titolo in Germania (dopo 22 presenze e 4 gol al debutto in Bundes), esattamente come anche per i bianconeri in Italia. Risultato? Medaglia tricolore anche sua, visto la (sola) presenza in campionato. E Kingsley Coman - 91 presenze e 15 gol con la maglia del Bayern Monaco - si appresta ad essere già uno dei giocatori più vincenti della storia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche