Bundesliga 2019, prima giornata: i risultati delle partite del sabato. GOL E HIGHLIGHTS

Bundesliga

Dopo il pareggio all’esordio del Bayern Monaco contro l’Herta Berlino, il Borussia Dortmund parte bene e liquida l’Augusta con un netto 5-1: doppietta del solito Paco Alcacer, in gol anche Sancho e Reus. Successo sofferto per il Bayer Leverkusen contro il Paderborn, ko in casa il Werder Brema

BUNDESLIGA: CALENDARIO - CLASSIFICA

BAYERN-HERTHA 2-2: GLI HIGHLIGHTS

LE NEWS DI SKY SPORT ANCHE SU WHATSAPP

Tanti gol, qualche sorpresa e tantissime emozioni nella prima giornata di Bundesliga 2019/20. Dopo il clamoroso pareggio interno del Bayern Monaco all’esordio nell’anticipo contro l’Herta Berlino, il Borussia Dortmund – principale rivale dei bavaresi per il titolo – ha risposto presente. La squadra di Lucien Favre non ha sbagliato e ha liquidato l’Augusta con un netto 5-1: mattatore Paco Alcacer, autore di una doppietta, in rete anche Sancho, Reus e Brandt. Ha vinto anche il Bayer Leverkusen, che ha superato a fatica con il risultato di 3-2 il Paderborn al termine di una partita scoppiettante. Pesante ko interno per il Werder Brema, sconfitto a domicilio dal Fortuna Dusseldorf: 3-1 per gli ospiti il risultato finale. Successo del Wolfsburg (2-1) contro il Colonia, vittoria nel finale per il Friburgo contro il Magonza. Alle 18:30 la sfida tra Borussia Monchengladbach e Schalke 04. Di seguito tutti i risultati e i marcatori delle gare della prima giornata di Bundesliga disputate sabato 17 agosto.

BORUSSIA DORTMUND-AUGSBURG 5-1

1’ Niederlechner (A), 3’, 59’ Alcacer (B), 51’ Sancho (B), 57’ Reus (B), 82’ Brandt (B)

BORUSSIA DORTMUND (4-2-3-1): Hiltz; Piszczek (68’ Hakimi), Akanji, Hummels, Schulz; Weigl, Witsel; Sancho, Reus (79’ Gotze), Hazard (68’ Brandt); Alcacer. All. Favre

AUGSBURG (4-4-2): Koubek; Teigl, Khedira, Suchy, Mini; Hahn (60’ Richter), Gruezo, Baier, Vargas (83’ Jensen); Niederlechner, Gregoritsch (77’ Oxford). All. Schmidt

Il Borussia Dortmund è partito con il piede giusto e ha guadagnato subito due punti di vantaggio in classifica sul Bayern Monaco, bloccato sul 2-2 in casa all’esordio contro l’Herta Berlino. Non ha sbagliato la squadra di Favre, che pure non aveva iniziato la partita contro l’Augusta nel migliore dei modi: gli ospiti, infatti, sono passati in vantaggio con Niederlechner dopo appena 1’ di gioco. Soltanto due minuti più tardi, al 3’, ecco arrivare però il primo squillo di Paco Alcacer, il mattatore di giornata per il Borussia. Con il risultato immediatamente rimesso in piedi, i gialloneri si sono riorganizzati e hanno iniziato a controllare la gara. Per dilagare, però, è servito attendere il secondo tempo: al 51’ la rete del sorpasso firmata da Sancho, al 57’ quella della sicurezza siglata da Reus. Poco dopo, al 59’, la doppietta personale di Alcacer prima del gol del definitivo 5-1 segnato da Brandt all’82’.

BAYER LEVERKUSEN-PADERBORN 3-2

10’ Bailey (B), 15’ Michel (P), 19’ Havertz (B), 25’ Mamba (P), 69’ Volland (B)

BAYER LEVERKUSEN (4-3-3): Hradecky; Bender L. (46’ Dragovic), Tah, Bender S., Wendell; Aranguiz, Demirbay, Baumgartlinger (62’ Bellarabi); Havertz, Volland, Bailey (88’ Alario). All. Bosz

PADERBORN (4-4-2): Huth; Drager (84’ Zolinski), Strohdiek, Heunemeier, Collins; Proger (70’ Holtmann), Gjasula, Vasiliadis, Antwi-Adjej; Mamba (61’ Oliveira-Souza), Michel. All. Baumgart

Un primo tempo scoppiettante, con ribaltamenti continui di fronte e ben quattro gol segnati. Una ripresa più equilibrata, che ha visto prevalere il Bayer Leverkusen sul Paderborn. Partita molto piacevole all’esordio in questa Bundesliga tra le squadre di Bosz e Baumgart, che si sono sfidate a viso aperto. A passare in vantaggio al 10’ è stato il Bayer Leverkusen con Bailey, ma cinque minuti più tardi è arrivato il pareggio del Paderborn con Michel. Nei successivi dieci minuti di gioco altre due reti: prima ancora i padroni di casa con Havertz, poi gli ospiti grazie a Mamba. Con il primo tempo terminato sul risultato di 2-2, le squadre nella ripresa hanno provato a sfruttare gli spazi. Ad avere la meglio è stato il Bayer, con la rete di Volland al 69’ che ha chiuso i conti

WERDER BREMA-FORTUNA DUSSELDORF 1-3

36’ Ennings (F), 47’ Eggestein J. (W), 52’ Karaman (F), 64’ Ayhan (F)

WERDER BREMA (4-3-3): Pavlenka; Gebre Selassie, Toprak (82’ Sargent), Moisander, Friedl (71’ Pizarro); Eggestein M., Sahin, Klaassen; Eggestein J., Osako, Rashica (65’ Fullkrug). All. Kohfeldt

F. DUSSELDORF (4-4-2): Steffen; Zimmermann, Ayhan, Hoffmann, Giesselmann; Thommy (76’ Pledl), Morales, Baker, Suttner; Karaman (68’ Sobottka), Hennings (86’ Fink). All. Funkel

Inizia male la Bundesliga 2019/20 per il Werder Brema, sconfitto pesantemente in casa dal Fortuna Dusseldorf. Partita quasi mai in discussione e già indirizzata dal primo tempo verso gli ospiti, passati in vantaggio con Ennings al 36'. All'inizio della ripresa il pari illusorio del Werder con Eggestein al 47', ma cinque minuti più tardi la nuova rete del Fortuna Dusseldorf con Karaman. A chiudere i conti, al 64', il gol del definitivo 3-1 segnato da Ayhan

WOLFSBURG-COLONIA 2-1

16’ Arnold (W), 60’ Weghorst (W), 91’ Terodde (C)

WOLFSBURG (3-4-3): Casteels; Knoche, Guilavogui, Brooks; William, Schlager, Arnold, Roussillon (74’ Steffen); Klaus (82’ Brekalo), Weghorst (88’ Nmecha), Santos Sa. All. Glasner

COLONIA  (4-2-3-1): Horn; Ehizibue, Mere, Czichos, Hector; Hoger (56’ Skhiri), Verstraete; Schindler, Drexler (62’ Terodde), Kainz (70’ Churlinov); Modeste. All. Beierlorzer

Successo senza troppi patemi d'animo per il Wolfsburg, che nella prima giornata di Bundesliga contro il Colonia ha sofferto soltanto nei minuti di recupero. Dopo la rete del vantaggio firmata da Arnold al 16' e il raddoppio di Weghorst al 60', la squadra di Glasner ha controllato attentamente la partita fino al 91', quando è arrivato il gol ospite di Terodde. Alla fine, però, tre punti e inizio con il piede giusto per il Wolfsburg.

FRIBURGO-MAGONZA 3-0

82’ Holer, 84’ Schmid, 86’ rig.Waldschmidt

FRIBURGO (4-4-2): Schwolow, Schmid, Lienhart, Schlotterbeck, Gunter; Gondorf (60’ Frantz), Koch, Hofler, Borrello (65’ Holer); Waldschmidt, Petersen. All. Streich

MAGONZA  (4-3-1-2): Muller; Brosinski, St. Juste (80’ Hack), Niakhate, Caricol; Baku (71’ Oztunali), Fernandes (84’ Awoniyi), Latza; Boetius; Onisiwo; Quaison. All. Schwarz

È successo tutto nel finale tra Friburgo e Magonza. Quando la gara sembrava indirizzarsi verso lo 0-0, i padroni di casa hanno avuto un sussulto e sono stati in grado di segnare tre gol nel giro di quattro minuti. Ad aprire le marcature è stato Holer all'82', prima del raddoppio di Schmid all'84' e al calcio di rigore firmato all'86' da Waldschmidt.

I più letti