Mourinho e il raccattapalle: "Festa negli spogliatoi? Ero andato a studiare matematica"

Champions League

Il raccattapalle di Tottenham-Olympiacos a Mourinho: "È stato carino a venire da me, ha reso la mia vita fantastica". Lo 'Special One' a fine partita lo ha cercato per festeggiare negli spogliatoi ma lui era andato a studiare matematica

A Callum Hynes sono bastati pochi secondi per diventare il raccattapalle più famoso d'Europa. Giusto il tempo di consegnare subito il pallone ad Aurier, essere decisivo per il 2-2 del Tottenham e... ricevere il 'cinque' da José Mourinho. Un'immagine che ha fatto il giro del mondo, che ha emozionato tanti appassionati e ha permesso al portoghese di entrare subito nel cuore dei tifosi del Tottenham. "Per fare queste cose devi essere un bravo raccattapalle. Callum è abile perché capisce il gioco, lo sa leggere. Volevo che venisse a festeggiare negli spogliatoi, però era andato via", ha poi dichiarato lo 'Special One'. Perché Callum era andato via? La mattina dopo aveva un esame di matematica ed è tornato a casa in macchina ripetendo, con una torcia accesa sul libro.

"Mourinho ha reso la mia vita fantastica"

Dalle ansie per la scuola alla gioia per le belle parole di José Mourino: Callum ha vissuto una notte da Champions League, in tutti i sensi. "È tutto un po’ surreale - ha dichiarato il giovane raccattapalle - Stavo facendo solo il mio lavoro. Non ho nemmeno visto il gol, ero impegnato a recuperare un pallone. Ho sentito solo il boato dello stadio, mi sono girato e c'era Kane che esultava, poi ho guardato il replay sullo schermo e ho rivisto la rete. Mourinho è stato carino a venire da me. Ha reso la mia giornata, ma che dico, la mia vita fantastica!  Adoro gli Spurs, è stato un momento fantastico che non dimenticherò mai". Una gioia condivisa anche con i genitori, in particolare con la mamma Keeley: "Eravamo allo stadio e abbiamo visto Mourinho passare da Callum. Pensavamo solo che ci sarebbe stato il cinque e non ci aspettavamo altro, ma poi entrambi i nostri telefoni hanno iniziato a suonare! Il sorriso sul viso di Callum è stato fantastico. Lui dice sempre che sedendosi sulla linea di demarcazione, guardando questi giocatori, impara tanto e porta tutto con sé per il suo calcio. Sono così orgogliosa di lui".

I più letti