Ligue 1 sospesa, ma PSG e Lione sono ancora in Champions League: i possibili scenari

coronavirus
Luca Marchetti

Luca Marchetti

Il premier francese ha stoppato la stagione della Ligue 1, ma Lione e PSG sono ancora in Champions League. Potranno giocare in casa a porte chiuse? La Uefa si esprimerà il 27 maggio, ma potrebbe essere costretta a sospendere le competizioni europee se altri Governi seguiranno l'esempio della Francia

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI LIVE

La Uefa una decisione la prenderà soltanto il 27 maggio dopo aver raccolto, entro il 25, tutte le indicazioni che arriveranno dalle varie Federazioni, rispetto all'eventuale ripresa dei campionati. Ma la decisione del Governo francese di sospendere la stagione sportiva anche del calcio non può non avere ripercussioni anche sull'organizzazione europea.

 

Lione e PSG sono ancora in Champions League e, secondo le ultime indicazioni europee, dal 4 agosto si riprenderà a giocare in Coppa. Ma Lione e PSG non possono giocare in Francia neanche a porte chiuse?

 

Su questo dovrà informarsi la Uefa, in queste ore. Cercare di capire come le indicazioni del primo ministro francese verranno recepite dallo sport, visto che stiamo parlando di agosto, quando il virus potrebbe aver allentato la presa. Qualora non si potesse giocare in Francia, certamente non sarebbe da scartare l'ipotesi di giocare in campo neutro. Ma il vero problema sarebbero gli allenamenti… Potranno farlo le due squadre? O addirittura vorranno farlo?

 

Senza contare che la scelta della Francia potrebbe essere presa d'esempio da altri Governi. E quindi la Uefa potrebbe essere costretta a sospendere (e chiudere) anche le competizioni europee. Prima del 27 maggio però, senza avere le idee chiare su tutto, non solo sulla Francia, la Uefa non deciderà. La priorità, naturalmente, sarà sempre data alla salute dei cittadini. E le scelte arriveranno dalla politica.

CALCIO: SCELTI PER TE