Lukaku trascina l'Inter, i suoi numeri sono straordinari. "Ma dobbiamo fare di più"

Champions League

Nel pareggio contro il Borussia Moenchengladbach all'esordio in Champions l'attaccante belga si è rivelato ancora una volta decisivo per i nerazzurri. Numeri incredibili per Lukaku, che però non ha nascosto la sua amarezza: "Non è un buon risultato, possiamo fare di più"

SHAKHTAR-INTER LIVE

Dominante e decisivo, un giocatore totale: è Romelu Lukaku, sempre più leader dell'Inter. Imprescindibile l'attaccante belga, la vera nota positiva nel pareggio dei nerazzurri nella gara di esordio nel girone B di Champions League contro il Borussia Moenchengladbach. Altri due gol per Lukaku, che ha raggiunto quota 6 reti in 5 apparizioni stagionali (4 gol in 4 gare di campionato, 2 in una presenza in Champions).

I numeri di Lukaku

HIGHLIGHTS

Super Lukaku salva l'Inter: col Gladbach è 2-2

Per il belga è un momento magico in generale, ma lo score di Lukaku ha dello straordinario soprattutto in campo europeo. Con la doppietta contro i tedeschi il numero 9 dell’Inter ha già eguagliato il bottino raccolto nelle ultime due edizioni della Champions (con i nerazzurri e con il Manchester United). Ma non solo: grazie alle ultime due firme di San Siro Romelu ha preso parte a tutti gli ultimi 6 gol nerazzurri in Champions League (6 reti e 2 assist) e - considerando anche l’Europa League - ha portato a 9 la striscia di partite consecutive nelle quali è andato a segno nelle competizioni europee con l'Inter (10 gol).

"Dobbiamo fare di più"

leggi anche

Conte: "Nulla da rimproverare. Hakimi? Dura così"

Una supremazia totale quella di Lukaku, sempre più decisivo per Conte e per l'Inter, che si aggrappano totalmente a lui. Nonostante la soddisfazione per la doppietta, però, l'attaccante non ha nascosto l'amarezza per il 2-2 finale e ha chiesto uno sforzo in più ai compagni: "Il pareggio non è un buon risultato - ha detto a fine gara ai microfoni di Sky Sport -, possiamo fare di più. Dobbiamo continuare a lavorare ed essere forti mentalmente. Non è facile, ma dobbiamo credere nelle nostre possibilità. Adesso dobbiamo essere più forti, soprattutto in difesa dobbiamo fare meglio. Abbiamo preso due gol principalmente per errori nostri. E poi abbiamo sbagliato tante occasioni, in partite come questa lo paghi".