Atletico Madrid-Chelsea, le probabili formazioni degli ottavi di Champions League

CHAMPIONS
©LaPresse

Si gioca alle 21 all'Arena nazionale di Bucarest, in Romania. Il Governo spagnolo non consente infatti l'atterraggio in patria di voli provenienti dalla Gran Bretagna. Cinque assenze per Simeone, che ha il dubbio Joao Felix in attacco. Tuchel si affida al 3-4-1-2 ma non recupera Thiago Silva al centro della difesa

SI GIOCA ANCHE LAZIO-BAYERN MONACO: LE PROBABILI FORMAZIONI

Si gioca all'Arena nazionale di Bucarest, in Romania, perché fino al prossimo 2 marzo il Governo spagnolo non consente l'atterraggio in patria di voli in arrivo dalla Gran Bretagna, ma nonostante la location insolita Atletico Madrid-Chelsea resta un incrocio dal fascino assicurato. Che oppone nell'andata degli ottavi di finale di Champions League due squadre che vogliono dimostrare di aver cambiato marcia nel 2021. La formazione allenata da Diego Simeone, che torna nello stadio dove il 9 giugno del 2012 ha vinto il suo primo titolo da allenatore dei colchoneros superando in finale di Europa League, l'Athletic Bilbao, ha perso una sola partita negli ultimi due mesi, sabato scorso contro il Levante (0-2), ma nelle ultime nove gare di Liga ha totalizzato anche sei vittorie e due pareggi. I blues di Thomas Tuchel, subentrato a fine gennaio a Frank Lampard, hanno messo insieme cinque vittorie e due pareggi tra Premier e Fa Cup nelle partite giocate con l'ex allenatore del Psg in panchina. Alla sfida il Chelsea ci arriva dopo aver chiuso in vetta il gruppo E davanti al Siviglia, mentre l'Atletico ha chiuso al secondo posto nel gruppo A, alle spalle del Bayern Monaco. Sono sette i precedenti tra le due squadre, tutti giocati dal 2009 in poi. Il bilancio è di perfetta parità, con due vittorie e 11 gol segnati per ciascuna. Fischio d'inizio alle 21, con diretta su Sky Sport Football e Sky Sport 253.

Atletico, cinque assenze. Dubbio Joao Felix

leggi anche

Champions League, calendario e orari degli ottavi

Simeone deve fare a meno di Trippier, squalificato, e degli infortunati Gimenez, Vrsalijko, Herrera e Carrasco. Sono 21 i convocati, con il 3-5-2 come abito tattico che l'allenatore dell'Atletico dovrebbe scegliere per sfidare il Chelsea. Hermoso si candida per affiancare Felipe e Savic in difesa davanti a Oblak, con Marcos Llorente favorito su Lemar per occupare la fascia destra in un centrocampo completato da Koke, Kondogbia e Saul in mezzo e Renan Lodi a sinistra. In attacco Correa e Joao Felix sono in corsa per un posto accanto a Luis Suarez, a segno 16 volte in 24 partite stagionali ma ancora a secco di gol in questa edizione della Champions League. Soluzioni utili a gara in corso, ma destinate a partire dalla panchina, sono quelle che portano a Vitolo e Moussa Dembelé.

ATLETICO MADRID (probabile formazione) 3-5-2: Oblak; Savic, Felipe, Hermoso; Llorente, Koke, Kondogbia, Saul, Renan Lodi; Joao Felix, Suarez. All.: Simeone

Chelsea senza Thiago Silva: Zouma titolare

Un solo assente per Tuchel, ma Thiago Silva non è certo un nome al quale si rinuncia a cuor leggero: il brasiliano ex Milan e Psg non ha ancora recuperato dall'infortunio alla coscia rimediato il 4 febbraio contro il Tottenham, così al centro della difesa ci sarà spazio per Zouma tra Azpilicueta e Rudiger davanti a Mendy. Nel 3-4-2-1 di partenza, James e Marcos Alonso sono in vantaggio su Hudson Odoi e Emerson per giocare in fascia, con Kantè e Kovacic al centro. Va verso la panchina Jorginho. Pulisic e Havertz fanno parte dei 23 convocati per la sfida di Bucarest ma non dovrebbero partire dal primo minuto: i favoriti per giocare alle spalle di Giroud sono infatti Mount e Werner

CHELSEA (3-4-2-1) probabile formazione: Mendy; Azpilicueta, Zouma, Rudiger; James, Kanté, Kovacic, Alonso; Mount, Werner; Giroud. All.: Tuchel

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.