Manchester City-Psg, Pochettino: "Mbappé mi preoccupa, valuterò domani"

champions
©Getty

La presenza dell'attaccante all'Etihad resta in dubbio, come confermato dall'allenatore del Psg in conferenza stampa: "Valuteremo domani, non abbiamo ancora preso una decisione". Guardiola intravede la finale: "Obiettivo storico, dovremo mantenere il nostro atteggiamento"

MAN CITY-PSG LIVE

I 90 minuti dell'andata hanno candidato il Manchester City a squadra favorita per approdare all'ultimo atto, ma il cosiddetto derby degli sceicchi promette ancora spettacolo e un finale tutto da scrivere. Il Psg, dopo la sconfitta rimediata l'anno scorso a un passo dal trionfo, non vuole rinunciare anche in questa stagione al sogno Champions e si prepara a tentare la rimonta. Difficile oggi dire se potrà contare anche su Mbappé per cercare il ribaltone all'Etihad, come confermato da Pochettino nella conferenza stampa pre-partita: "Kylian stasera inizierà l'allenamento in forma individuale, poi vedremo se potrà unirsi al resto del gruppo per la seconda parte - ha spiegato l'allenatore -. In ogni caso c'è ancora un giorno, vedremo. Sì, sono preoccupato per lui, ma valuteremo meglio nelle prossime ore. Non abbiamo ancora preso una decisione". 

Pochettino: "Pressione? Io sono rilassato. Dovremo correre dei rischi ed essere pronti a soffrire"

A prescindere dalla presenza o meno dell'attaccante classe '98, l'argentino ha le idee chiare su che partita impostare: "Il City gioca con la stessa filosofia da cinque anni, è stata costruita per giocare in questo modo - ha aggiunto Pochettino -. Dovremo cercare di avere noi la palla e non loro, ma rimanendo equilibrati tra fase offensiva e difensiva. In ogni caso siamo pronti a soffrire. Dovremo correre dei rischi, essere coraggiosi, aggressivi, sapendo che il Manchester può gestire qualsiasi situazione con molta qualità. Non so se sarà decisivo segnare subito, il calcio a volte riserva delle sorprese: la cosa più importante sarà vincere con due gol di scarto. Più pressione su Guardiola che non su di me? Io sono abbastanza rilassato, come lo ero due anni fa con il Tottenham. Giocheremo contro una buona squadra, ma lo siamo anche noi".

Guardiola: "Inseguiamo obiettivo storico, non dovremo cambiare atteggiamento"

vedi anche

Il cuore di Kean: pasti a migranti e senzatetto

Dall'altra parte c'è un Guardiola che intravede l'obiettivo, mai raggiunto prima sulla panchina del City. "C’è la consapevolezza che questa partita può farci centrare un obiettivo storico - le parole alla vigilia dell'allenatore catalano -. Lo inseguiamo da anni, ma proprio per questo dovremo restare calmi e concentrarci sui nostri, sulle nostre capacità. Abbiamo un piccolo vantaggio ma servirà mantenere lo stesso atteggiamento. Dovremo soffrire insieme e mettere in pratica quello che sappiamo fare, nulla di diverso rispetto agli ultimi mesi. Il Psg è una squadra straordinaria, in grado di ribaltare il risultato. Per noi i pericoli sono gli stessi dell'andata, anche se loro possono cambiare modulo, il loro allenatore è molto intelligente e non so cosa farà. Allo stesso tempo, però, siamo consapevoli della nostra forza. L’esperienza personale mi porta a dire che le semifinali di ritorno sono sempre più complicate". E sulle possibili assenze dei parigini, il mister dei Citizens non ha dubbi: "Mbappé giocherà ed è un bene per il calcio e per lo spettacolo di questo match. Non è vero che lui e Neymar hanno giocato male all'andata, i giudizi spesso dipendono dal risultato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche