Inter-Bayern, Inzaghi: "Domani grande opportunità, serviranno 10 punti per passare"

inter

L'allenatore nerazzurro è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di Champions League contro il Bayern Monaco: "Deve essere un'opportunità di riscatto, una partita che arriva dopo una delusione importante. I tifosi presenti allo stadio saranno fondamentali"

INTER-BAYERN LIVE

Banco di prova importante per l'Inter di Simone Inzaghi, che mercoledì alle 21 scenderà in campo contro il Bayern Monaco per la prima giornata di Champions League. Per i nerazzurri sarà fondamentale il supporto dei tifosi, e Inzaghi inizia il suo intervento in conferenza stampa parlando proprio dei circa 60mila che saranno presenti sugli spalti. "Saranno di grandissimo aiuto. Siamo consapevoli che affronteremo un avversario molto forte, quella contro il Bayern deve essere un'opportunità perché arriva dopo una delusione importante arrivata nel derby". 

 

Chi giocherà a centrocampo?

"Non è il caso di parlare dei singoli, tutti devono migliorare la loro condizione. Ho ancora qualche dubbio, manca un allenamento. Sappiamo che per passare dobbiamo fare 10 punti, è più difficile rispetto allo scorso l'anno. Per noi deve essere un'opportunità sfidare una delle 3-4 candidate a vincere la Champions".

 

Può essere la partita della svolta? 

"Le sconfitte devono diventare delle opportunità, quella di sabato scorso contro il Milan l'abbiamo analizzata. Fino all'1-1 eravamo in controllo, poi c'è stato il passaggio a vuoto. Sul 3-2 avremmo meritato il pareggio per quanto creato, ma ora è così. Dobbiamo lavorare di più, io in primis". 

 

Vede un accanimento nei confronti di Handanovic? Possono cambiare le gerarchie?

"Si cerca sempre il colpevole, sono io il principale colpevole. Il campionato sta andando a rilento, non solo per noi ma anche per le altre. Bisogna pensare partita dopo partita, tutti dobbiamo migliorare". 

 

Domani affronterete Mané, poi Lewandowski. Chi è più pericoloso?
"Mané già lo abbiamo affrontato lo scorso anno con il Liverpool, grandissimo calciatore con un'intensità pazzesca. Lewandowski invece lo affrontai con la Lazio: nel giro di un mese e mezzo incontreremo sia Bayern che Barcellona, saranno partite difficili ma belle e stimolanti".

 

Mkhitaryan può giocare dall'inizio?
"Contro il Milan è entrato molto bene, ci aiuterà tantissimo con la sua qualità. Era in ritardo di condizione, ora.è una settimana che lavora a pieno regime. Può essere una soluzione dall'inizio o a gara in corso. Deciderò domani".


Quali sono le condizioni di Gosens?
"Si sta allenando molto bene, è un ragazzo esemplare che lo scorso anno non ha trovato tanta continuità. Sta pagando questa lunga inattività dovuta all'infortunio e alla recidiva che ha avuto".


Dopo il derby i senatori dello spogliatoio hanno parlato?
"Sì, ho visto gli allenamenti di questi ultimi due giorni e sono stati come li voglio io. Abbiamo perso i due big match in campionato, sappiamo di dover migliorare. Perdere il derby non fa mai piacere, nonostante la delusione ho visto la squadra allenarsi nel migliore dei modi". 

"Onana titolare? Deciderò dopo la rifinitura"

leggi anche

Si ferma anche Miretti: tutti gli infortunati in A

Inzaghi è intervenuto anche nella one to one di Sky Sport: "Il Bayern è una delle 3-4 squadre favorite per la vittoria finale – ha esordito l’allenatore. Noi però siamo l'Inter e dobbiamo provarci. È una grande opportunità, serve una bella partita giocata con aggressività e determinazione". I nerazzurri dovranno ripartire dopo il derby: "C'è grande delusione, sappiamo tutti cosa rappresenta per la città. Non ci aspettavamo questo risultato, avremmo potuto fare meglio ma dopo 20 minuti abbiamo avuto un blackout. In alcuni momenti dobbiamo fare di più, siamo a inizio stagione e anche le altre fanno fatica". In chiusura Inzaghi parla dei suoi giocatori: "Gli chiederò entusiasmo. Mettiamo alle spalle le difficoltà e cerchiamo di crearne a loro. Onana titolare? Deciderò dopo la rifinitura".

Calhanoglu: "Non abbiamo giorni per rilassarci"

"Dobbiamo ripartire subito, non abbiamo giorni per rilassarci". Esordisce così Hakan Calhanoglu, presente in conferenza stampa con Inzaghi, alla vigilia del match contro il Bayern. Il centrocampista turco parla della gara di Champions League. "Sarà un altro livello e dovremo farci trovare pronti. Lo scorso anno abbiamo dominato contro Real e Liverpool, avevamo la partita in mano e abbiamo perso per colpa di piccoli errori. Conosco bene il Bayern: sono forti, veloci e pressano alto. Non possiamo perdere la palla perché sono veloci. Il derby è passato, non voglio parlarne più perché mi dà fastidio. E' dolooroso ma è passato".