Bayern-Inter, Inzaghi: "Lukaku non ci voleva. Brozovic? Spero di averlo con la Juve"

bayern-inter

L'allenatore alla vigilia del match contro il Bayern: "Cambierò qualcosa, ma non troppo. Lukaku ha avuto un problema alla cicatrice, dovrà rimanere qualche giorno a riposo. Spero di avere Brozovic contro la Juventus"

BAYERN-INTER LIVE

Un occhio al Bayern e l'altro alla Juventus. Sono queste le tappe che attendono l'Inter questa settimana, impegnata martedì sera all'Allianz Arena di Monaco di Baviera contro la squadra di Nagelsmann nell'ultima giornata della fase a gironi di Champions League. I nerazzurri vogliono far bene nonostante la sfida non conti ai fini della classifica (l'Inter è già agli ottavi), ma l'attenzione è rivolta anche all'importante match di domenica, tanto che Simone Inzaghi ha annunciato un mini turnover: "Sappiamo che partita abbiamo domenica - spiega l'allenatore in conferenza stampa - qualcosa cambierò, ma non troppo". Le scelte di formazione, tuttavia, saranno influenzate anche dagli infortuni, come quello di Lukaku: "Ha avuto un problema alla cicatrice durante la partita con la Samp - racconta Inzaghi - Dovrà rimanere qualche giorno a riposo e poi verrà rivalutato. È un rallentamento che non ci voleva, speriamo di poterlo riutilizzare prima della sosta. Senza questo problema avrebbe giocato un tempo abbondante col Bayern. Brozovic spero possa tornare domenica con la Juventus".

"Vogliamo fare una gara seria"

leggi anche

Lukaku si ferma ancora: salterà Bayern e Juventus

Nonostante il risultato di domani non cambierà le sorti del girone, Inzaghi vuole comunque far bene contro il Bayern: "Non conta per il girone, ma sarà una partita in un bellissimo stadio contro una delle migliori squadre d'Europa. Speravamo di arrivare qui a qualificazione già acquisita. Vogliamo fare una gara seria, organizzata, sapendo che ci saranno delle difficoltà. Siamo cambiati rispetto ai primi di settembre", ha puntualizzato Inzaghi. Poi sulla formazione: "Cambierò qualcosa, devo valutare. Sicuramente andrà in campo una squadra competitiva".

Gosens: "Sto bene, mi sento il vecchio Robin"

L'Allianz Arena evoca dolci ricordi, invece, per Robin Gosens. Qui il terzino tedesco ha indossato la maglia della nazionale durante gli Europei e segnato un gol contro il Portogallo. "Da lì è cambiata la mia carriera ed è stato uno dei momenti più belli vissuti" ammette Gosens che, finora, ha trovato spazio quasi esclusivamente a partita in corso. "Ovviamente un giocatore vuole sempre giocare, però non è sempre così facile, non c'è solo un motivo per cui sto giocando meno - spiega -  c'è stato un lungo stop e c'è stata la sottovalutazione del mio infortunio da parte mia, però in questo momento è importante che mi sento bene, mi sento quasi il vecchio Robin che ero prima. Sto bene e spero di trovare più spazio, però c'è anche da accettare che la squadra gira bene e che Dimarco sta bene, devo lottare per il momento che arriverà".