Simone Inzaghi dopo Inter-Lazio: "Qualificazione meritata, ai rigori solo per Handanovic"

Coppa Italia

L'allenatore biancoceleste dopo il successo contro l'Inter: "Siamo arrivati ai rigori solo a causa delle parate di Handanovic, ma la Lazio meritava di vincere prima dei supplementari. Non mi spiego l'espulsione tolta ad Asamoah e il rigore al 120', ma la mia espulsione era giusta". Immobile: "Se c'era una squadra che meritava la semifinale, quella era la Lazio"

INTER-LAZIO 4-5 dcr: BIANCOCELESTI AVANTI AI RIGORI

COPPA ITALIA, IL TABELLONE DELLE SEMIFINALI

SERIE A, 22^ GIORNATA: LE PROBABILI FORMAZIONI

La Lazio, questa semifinale di Coppa Italia, l'ha conquistata, quasi persa e poi nuovamente riconquistata. Prima il gol di Immobile per sognare, poi il rigore di Icardi per tornare sulla Terra. E infine il successo ai rigori che vale la rivincita contro il Milan, per la gioia di Simone Inzaghi: "Avevo chiesto una partita di personalità e senza un Handanovic così avremmo vinto prima – ha dichiarato l'allenatore biancoceleste – Il portiere dell'Inter è stato super, ha fatto grandi interventi. Il rigore al 120' ha solo allungato il match perché la qualificazione è stata meritata. I ragazzi hanno dato tutto dopo una gara dispendiosa come quella contro la Juve. Ho fatto i complimenti alla squadra, era una partita da vincere prima dei supplementari. Ho fatto tre semifinali con la prima squadra e tre con la Primavera, ho vinto due volte la Coppa Italia e ho perso una semifinale con l'Inter. È una competizione che mi piace, il Milan sarà un avversario duro. Rigore ed espulsione? Del VAR non voglio parlare. Non ho mai visto un'espulsione tolta così e un rigore assegnato al 120'. Ma ci dobbiamo abituare a queste cose. Sono entrato in campo a 3 minuti dalla fine, volevo spingerla dentro io: l'espulsione era giusta".

Immobile: "La Lazio meritava la semifinale"

Queste, invece, le parole di Ciro Immobile: "Non ci poteva essere modo migliore di festeggiare l'onomastico. La semifinale c'era stata rubata al 120', mi dicono che la partita era finita. Ma se c'era una squadra che meritava il passaggio del turno, quella era la Lazio. Ci metto il cuore e l'anima, la cosa che faccio con più passione è giocare a calcio. La semifinale con il Milan? È una bella sfida, speriamo di prenderci la rivincita dello scorso anno". I biancocelesti riscattano anche la doppia sconfitta subita in campionato in quest'inizio di 2019: "Con il Napoli è stata meritata, non abbiamo giocato da Lazio. Con la Juventus abbiamo giocato alla grande, purtroppo ho sbagliato un gol importante per il 2-0. Ma stasera ci siamo presi anche quel che abbiamo perso domenica".

I più letti