Europa League, i risultati degli ottavi: Atletico ai quarti, Mancini eliminato. GOL E HIGHLIGHTS

Europa League

Tutto facile per l'Atletico Madrid che segna cinque gol alla Lokomotiv Mosca e passa il turno. Si qualificano ai quarti anche Lazio, Marsiglia, Lipsia, Sporting Lisbona, Cska Mosca e Salisburgo. Fuori lo Zenit di Roberto Mancini. L'Arsenal elimina il Milan

I SORTEGGI DEI QUARTI DI EUROPA LEAGUE IN DIRETTA

CLICCA QUI PER TUTTI I RISULTATI DI EUROPA LEAGUE

LAZIO SUPER, 2-0 A KIEV: INZAGHI AI QUARTI

ARSENAL-MILAN 3-1: CALHANOGLU NON BASTA

LOKOMOTIV MOSCA-ATLETICO MADRID 1-5

16' Correa (AM), 20' Rybus (LM), 47' Saul (AM), 65' rig e 70' Fernando Torres (AM), 85' Griezmann (AM)

Tre gol all'andata e cinque al ritorno. Così, in scioltezza, l'Atletico Madrid supera la Lokomotiv Mosca e si qualifica per i quarti di finale di Europa League. Tutto facile per la squadra di Simeone che sblocca la partita al 16': assist di Koke (che in casa aveva segnato al 90') e gol di Correa, con un tiro di destro che va a infilarsi nell'angolino basso. La Lokomotiv Mosca risponde quattro minuti dopo con Rybus che sfrutta un'azione nata da calcio d'angolo per ristabilire il pareggio. L'Atletico non ci sta e segna di nuovo. Succede al 47', quando Filipe Luis serve Saul, cinico al punto giusto per firmare l'1-2. Nella seconda parte della partita, il protagonista è Fernando Torres che prima segna su calcio di rigore (ottenuto per un fallo subito da Griezmann) e poi - cinque minuti dopo - fa sorridere ancora Simeone. Chiude in bellezza Griezmann, all'85', autore dell'1-5. Durante gli ultimi minuti del match, Filipe Luis lascia il campo in barella, ma non è ancora chiara l'entità dell'infortunio. L'Atletico convince, vince e sogna.

ATHLETIC BILBAO-MARSIGLIA 1-2

38' rig. Payet (M), 52' Ocampos (M), 73' Williams (AB)

Sono ancora Payet e Ocampos – che avevano contribuito anche alla vittoria per 3-1 nella gara di andata – a decidere il ritorno degli ottavi di Europa League. Il Marsiglia vince in casa dell'Athletic Bilbao, 2-1, e si qualifica per i quarti. A sbloccare la partita ci pensa Payet al 38' su calcio di rigore: il francese segna, dal dischetto, il secondo gol all'Athletic e facilita le cose ai suoi. Ocampos, poi, allunga il passo all'inizio del secondo tempo, al 52'. Inutile per il verdetto finale quel gol di Williams che, al 73', prova a riaprire il discorso qualificazione. Athletic Bilbao e Marsiglia, infatti, si salutano con la vittoria dei francesi e con il sorriso di Rudi Garcia.

DINAMO KIEV-LAZIO 0-2

23' Leiva (L), 82' de Vrij (L)

Prosegue il cammino della Lazio in Europa League. Dopo il 2-2 dell'andata, allo stadio Olimpico, la squadra di Simone Inzaghi ha battuto 2-0 a Kiev la Dinamo, ottenendo così il passaggio ai quarti di finale. Un gol per tempo, di Lucas Leiva e di De Vrij, per un successo meritato e costruito con un gioco aggressivo e accorto.

ZENIT-LIPSIA 1-1

22' Augustin (L), 46' Driussi (Z)

Augustin squilla, Driussi risponde. Alla fine però passa il Lipsia che all'andata aveva vinto 2-1. Lo Zenit di Roberto Mancini conclude così il cammino in Europa League, con un pareggio in casa contro la squadra di Hasenhüttl. E' il Lipsia a sbloccare lo 0-0 dopo 22 minuti di gioco: Augustin segna il gol del vantaggio e permette ai suoi di giocare con più tranquillità. Importante per l'orgoglio, ma non per il verdetto finale il gol di Driussi, segnato al 46' su assist di Criscito. Un pareggio arrivato pochi minuti dopo il tentativo di Paredes che colpisce la traversa su calcio di punizione. Il momento chiave della partita si verifica all'81' con il calcio di rigore fischiato in favore del Lipsia: dal dischetto c'è Werner che trova la parata del portiere dello Zenit. Finisce 1-1: il Lipsia elimina Mancini.

VIKTORIA PLZEN-SPORTING LISBONA 2-1  

5' e 65' Bakos (VP), 107' Battaglia (SL)

Una qualificazione sofferta, ma meritata. Vince il Viktoria Plzen – ai tempi supplementari – ma si qualifica lo Sporting Lisbona, grazie al successo (2-0 firmato Montero) nel turno di andata. Al Viktoria Plzen bastano cinque minuti per sbloccare la partita. Nasce tutto da calcio d'angolo con Bakos che intercetta la palla e segna di testa il gol del vantaggio. E' la terza rete in sei partite per lui in questo cammino di Europa League. Lo Sporting Lisbona fa fatica a mettere in difficoltà gli avversari, senza creare grandi occasioni da rete per pareggiare la partita. Sempre Bakos, nel secondo tempo, allunga ulteriormente il passo, confezionando la doppietta che vale il 2-0. Nel recupero, lo Sporting Lisbona conquista un calcio di rigore ed è proprio questo il momento cruciale della partita: Dost trova la parata e non riesce a evitare i tempi supplementari. Decide tutto Battaglia che trascina lo Sporting Lisbona ai quarti di finale di Europa League.

ARSENAL-MILAN 3-1

36' Calhanoglu (M), 39' rig. e 86' Welbeck (A), 71'  Xhaka (A)

Un gran gol di Calhanoglu al 36', e 70' giocati molto bene non bastano ai rossoneri. Al prossimo turno di Europa League vola la squadra di Wenger. Decidono due gol di Welbeck (uno su rigore dubbio) e la rete di Xhaka al 71', su errore di Donnarumma.

SALISBURGO-BORUSSIA DORTMUND 0-0

Salisburgo e Borussia Dortmund si salutano con il risultato finale di 0-0. Un pareggio che basta al Salisburgo per passare ai quarti di Europa League. All'andata, infatti, la squadra di Rose aveva battuto 2-1 il Borussia Dortmund al termine di un match ricco di emozioni. Reti che portano le firme di Berisha, una doppietta, e Schurrle che aveva accorciato al 62'. Il Salisburgo non rischia, gestisce bene il vantaggio ottenuto a Dortmund e vola ai quarti.

LIONE-CSKA MOSCA 2-3

39' Golovin (CM), 58' Cornet (L), 60' Musa (CM), 65' Wernbloom (CM), 71' Diaz (L)

Il Cska Mosca vince in casa del Lione e vola direttamente ai quarti di Europa League. Tanti gol e altrettante emozioni nella gara tra Lione e Cska Mosca. All'andata aveva vinto, 1-0, il Lione in trasferta grazie a quel colpo di testa di Marcelo su angolo di Depay. Gara sbloccata dagli ospiti al 39’, con la rete di Golovin. La risposta del Lione arriva 20 minuti dopo con Cornet che riporta l’equilibrio in campo. Il gol stimola il Cska Mosca che ribalta a partita, prima con Musa poi con Wernbloom. Il gol di Diaz al 71' riapre il discorso qualificazione. Soltanto in teoria, perché alla fine si qualificano i russi.

I più letti