Inter-Eintracht 0-1: gol e highlights. Decide Jovic, nerazzurri eliminati

Termina a San Siro l'avventura in Europa League dei nerazzurri, eliminati agli ottavi dall'Eintracht Francoforte. Dopo lo 0-0 maturato all'andata, pesa l'1-0 finale firmato da Jovic in avvio: meglio i tedeschi nell'arco del match, Handanovic nega il raddoppio mentre un'Inter falcidiata dalle assenze non ribalta il risultato. Spalletti esce di scena e concede spazio ai baby Esposito e Merola, Hütter qualificato ai quarti di finale

IL SORTEGGIO DEI QUARTI DI EUROPA LEAGUE

INTER-EINTRACHT 0-1

6' Jovic

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Cedric (62' Ranocchia); Vecino, Borja Valero (73' Esposito); Candreva, Politano (80' Merola), Perisic; Keita. All. Spalletti

EINTRACHT (3-4-1-2): Trapp; Hasebe, Hinteregger, N’Dicka; Da Costa, Rode (89' Paciencia), Willems (72' Stendera), Kostic; Gacinovic (59' De Guzman); Haller, Jovic. All. Hütter

Ammoniti: D'Ambrosio (I), Borja Valero (I), Haller (E), Rode (E), Paciencia (E), Skriniar (I)

1 nuovo post

Inter-Eintracht 0-1, gol e highlights | Video Sky - Sky Sport HD

Vedi il video 'Inter-Eintracht 0-1, gol e highlights' - Sky Sport HD
- di luca.cassia
Inter eliminata agli ottavi di Europa League: qualificato l'Eintracht Francoforte
 
- di luca.cassia
Finisce qui l'avventura in Europa League dell'Inter, eliminata agli ottavi di finale dall'Eintracht Francoforte: decisivo il gol di Jovic in avvio propiziato da un errore di De Vrij, meglio i tedeschi nell'arco del match contro i nerazzurri privi di 8 giocatori tra assenze, squalifiche e giocatori fuori lista. Spalletti esce di scena ma concede spazio nel finale ai baby Esposito e Merola, Hütter si qualifica ai quarti di finale
- di luca.cassia
FISCHIO FINALE! VINCE L'EINTRACHT, INTER ELIMINATA!
- di luca.cassia
94' - C'è sempre Handanovic a negare il raddoppio all'Eintracht: fermato il sinistro violento di Kostic
- di luca.cassia
93' - Ammonito anche Skriniar che abbatte Haller al limite dell'area
- di luca.cassia
92' - Ammonito il neoentrato Paciencia per fallo su Skriniar
- di luca.cassia
91' - Altra parata strepitosa di Handanovic nel match: stavolta ad arrendersi è Jovic che sta decidendo il match
- di luca.cassia
90' - Saranno 6 i minuti di recupero
- di luca.cassia
89' - Finisce qui la partita di Rode, dentro Paciencia nel finale
- di luca.cassia
88' - Gioco fermo per lo scontro aereo tra Ranocchia e Hasebe: ha la peggio il giapponese che sembra pronto a proseguire il match
- di luca.cassia
84' - Match che scivola verso un epilogo amaro per l'Inter: difficile ribaltare il risultato nel finale con un Eintracht in controllo del match
- di luca.cassia
81' - Classe 2000, Davide Merola è una punta da 10 reti in 25 gare stagionali con la Primavera dell'Inter
- di luca.cassia
80' - Esce tra gli applausi uno stremato Politano: spazio all'altro baby Merola
- di luca.cassia
77' - Preziosissimo il ripiegamento di Politano su Kostic pronto ad andare al tiro a botta sicura
- di luca.cassia
74' - Attaccante delle giovanili nerazzurre, Sebastiano Esposito a 16 anni vanta 21 gol in 26 gare totali in questa stagione
- di luca.cassia
73' - Nell'Inter entra invece il classe 2002 Esposito al posto di Borja Valero
- di luca.cassia
72' - Secondo cambio nell'Eintracht: fuori Willems, dentro Stendera
- di luca.cassia
71' - Skriniar vicino al pareggio! Rasoterra dello slovacco dal limite dell'area, pallone deviato che sfiora il palo alla destra di Trapp!
- di luca.cassia
69' - Velleitaria la conclusione dalla distanza di Vecino: Trapp si distende e blocca a terra. Troppo precipitosa la manovra dell'Inter nella metà campo tedesca: Candreva cerca un pallonetto da distanza siderale senza sorprendere il portiere avversario
- di luca.cassia

S’infrange agli ottavi di finale la marcia dell’Inter in Europa League, campagna interrotta dall’Eintracht Francoforte. Dopo lo 0-0 maturato in Germania, pesa l’1-0 incassato a San Siro con il gol in avvio dello scatenato Jovic (22 gol in 35 incontri stagionali). Nerazzurri decimati dalle assenze, otto pedine fuori dai giochi nel match decisivo, defezioni che hanno obbligato Spalletti a scelte inevitabili ma poco fortunate come nel caso del ritrovato Keita. I rimpianti nerazzurri derivano soprattutto dal primo atto con il rigore sprecato da Brozovic, eventuale gol in trasferta che avrebbe ribaltato lo scenario qualificazione. Accesso ai quarti che premiano invece i tedeschi di Hütter sulla strada della finalissima di Baku, traguardo sfumato per l’Inter obbligata a ritrovarsi in vista del derby che vale l’Europa.

Jovic-gol, Eintracht qualificato: Inter decimata ed eliminata

Privo di qualsiasi alibi dalla vigilia, Spalletti non punta il dito sugli assenti ma convive con l’emergenza del gruppo: squalificati Asamoah e Lautaro, indisponibili Icardi e Miranda così come Nainggolan oltre al trio di giocatori fuori lista (Gagliardini, Dalbert e Joao Mario). Scelte obbligate nel 4-2-3-1 dove si rivede dall’inizio Keita schierato centravanti, Brozovic recuperato solo per la panchina accanto a quattro baby della Primavera. Meno problemi per Hütter che, orfano dello squalificato Fernandes, ricorre a Willems preferito a De Guzman nel 3-4-1-2 fedele all’undici presentato all’andata. Si riparte dallo 0-0 del primo atto, tuttavia bastano pochi minuti all’Eintracht per mettere la freccia: se al 3’ Handanovic salva su Kostic e ringrazia la traversa sul tap-in di Haller, tre giri di lancette più tardi è Jovic a sbloccare il confronto. Male De Vrij in alleggerimento verso Handanovic, ne approfitta il 21enne serbo che s’inserisce e scavalca il portiere nerazzurro con il pallonetto dell’1-0. Tarda a reagire l’Inter che si affida a conclusioni dalla distanza: Perisic e Candreva sparano alto, Keita sbaglia invece il controllo in campo aperto vanificando una buona chance. Al 27’ Haller raddoppia ma in posizione di fuorigioco, dall’altra parte è attento Trapp in uscita su Keita e pure dagli sviluppi di palla inattiva. Decisamente più pericoloso l’Eintracht prima dell’intervallo: Handanovic è super su Gacinovic e soprattutto sulla respinta, anticipando da terra l’accorrente Haller. Copione che non cambia in avvio di ripresa: tedeschi pericolosi con Jovic e Haller al tiro, dall’altra parte è invece Politano a scaricare il mancino senza fortuna. Spalletti prova a mescolare le carte con l’ingresso di Ranocchia: difesa che passa a tre con Skriniar che scala a centrocampo, Candreva e Perisic a tutta fascia ma è l’Eintracht a pungere con Kostic e il solito Jovic. C’è spazio anche per il 16enne Esposito (21 gol in 26 gare nelle giovanili) e per il classe 2000 Merola, amara passerella nel finale sull’eliminazione di un’Inter incerottata ma davvero poco incisiva.

I più letti