Young Boys Roma, Fonseca: "Mi fido dei miei, farò tanto turnover"

Europa League

L'allenatore giallorosso presenta la sfida di Europa League contro lo Young Boys: "Farò tanto turnover, mi fido di tutti i giocatori che ho in rosa. Con la società i rapporti sono eccellenti". Villar: "Quest'anno sono più pronto. Pedro? Sembra avere 22 anni"

YOUNG BOYS-ROMA LIVE

Le due vittorie consecutive in campionato dopo un avvio incerto, ora l’esordio in Europa League contro lo Young Boys in trasferta. La Roma vuole iniziare nel miglior modo possibile l’avventura europea (giovedì ore 18.55 su Sky Sport Arena e Sky Sport 253) che la vede protagonista nel gruppo A della competizione dove oltre agli svizzeri ci sono anche Cska Sofia e Cluj. Un match, quello contro lo Young Boys, che l’allenatore della Roma Fonseca ha presentato così in conferenza stampa.

 

Il progetto Roma sta diventando sempre più interessante e funzionante, un mix tra giovani e più esperti. E' soddisfatto di questo mix che si è creato?

"Sì, è importante avere giocatori esperti ma anche giovani come Villar, Peres e altri che abbiamo in rosa. Sono più adatti al nostro club, sono giocatori sui quali abbiamo tanta fiducia sia per il presente che per il futuro".

 

In che ambiente sta lavorando? I rapporti con la società sono eccellenti?

"Sì, stiamo lavorando insieme con l’obiettivo di avere una Roma più forte. È importante essere uniti. Ho totale fiducia nella società".

 

Ci saranno 5-6 giocatori diversi rispetto al Benevento?

"Sì, anche di più. È importante fare turnover e io ho fiducia totale in tutti i miei giocatori".

Villar: "Quest'anno sono più pronto. Pedro? Sembra avere 22 anni"

leggi anche

Pedro: "Proviamo a vincere lo Scudetto"

A presentare il match di Europa League contro lo Young Boys, oltre a Fonseca, presente in conferenza stampa anche Gonzalo Villar, schierato in 3 spezzoni (18 minuti in totale) di gara nelle prime quattro giornate di campionato.

 

Qual è stata la principale difficoltà nel passare dal calcio spagnolo a quello italiano?

"È un calcio diverso, c’è un ritmo più alto qui. Quest’anno mi sento più pronto e preparato rispetto a un anno fa”

 

Ti aspettavi un ritorno di Pedro a questi livelli?

"Per noi, anche per me che sono spagnolo come lui, è un’ottima cosa che lui sia venuto qui. Ha fatto due gol, ma oltre a questo sta giocando benissimo: corre sempre, sembra avere 22 anni come me. Sembra un giovane. Per esempio per il mio amico Carles Pérez è un esempio per imparare e può avere consigli su cosa fare e non fare".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.