Milan-Manchester United, Pioli: "Ibrahimovic disponibile, ma non ha i 90' nelle gambe"

milan-united
©LaPresse

L'allenatore rossonero annuncia il ritorno dello svedese e analizza le condizioni degli infortunati: "Ibra e Bennacer saranno a disposizione, Romagnoli, Calabria, Rebic e Leao verranno valutati nell'ultimo allenamento". E sulla sfida al Manchester: "Non potremo gestire il risultato dell'andata, dovremo essere pericolosi"

MILAN-MAN UNITED LIVE

EUROPA LEAGUE LIVE, TUTTI I RISULTATI

Archiviata la sconfitta in campionato contro il Napoli, il Milan torna subito a concentrarsi sull'Europa League. A San Siro nella gara di ritorno degli ottavi di finale arriva il Manchester United, dopo l'1-1 maturato all'andata a Old Trafford. Match che dovrebbe segnare anche il ritorno in campo di Zlatan Ibrahimovic, come ha spiegato Stefano Pioli nella conferenza stampa della vigilia: "Ibra e Bennacer saranno disponibili, sono contento del loro recupero. Per Calabria, Rebic, Leao e Romagnoli saranno decisive le prossime ore e la seduta di domani mattina. Ci prendiamo ancora qualche ora prima di decidere. Ibra titolare? Vedremo le scelte che faremo. Non può avere ovviamente i 90' nelle gambe, ma è un rientro importante per noi. Più possibilità di scelta ho e meglio è. Non mi fascio la testa, vediamo domani chi ci sarà. Abbiamo comunque dimostrato di poter fare bene anche con le assenze". E se a Pioli si chiede chi sia meglio tra Ibrahimovic e Cavani, l'allenatore rossonero non ha dubbi: "Ibra è un campione, con il suo arrivo e quello di Kjaer siamo cresciuti tanto l'anno scorso e mi aspetto tanto da lui da qui a fine stagione. Cavani non l'ho mai allenato, è un grande giocatore, ma mi tengo stretto Zlatan".

"Non possiamo gestire il risultato dell'andata"

leggi anche

Post di Theo contro Pasqua, Figc apre un'indagine

Pioli che non si tira indietro e lancia la sfida al Manchester United, nonostante sia consapevole delle difficoltà del match: "Domani il risultato è importante, vogliamo la qualificazione. Abbiamo superato tanti step per arrivare fino a qui, ora vogliamo vincere. Ci saranno tante difficoltà domani, loro sono molto forti. Non perdono da tanto tempo, dovremo giocare con qualità, personalità e ritmo per avere la meglio. Difficile fare le previsioni, a Manchester loro sono stati aggressivi e noi siamo usciti con un buon possesso palla. Il risultato dell'andata non può condizionare la nostra gara, non possiamo gestire nulla ma essere sempre pericolosi".

"Avrei firmato per essere a questo punto, ma non mi accontento"

leggi anche

Due giornate a Rebic, multa per Donnarumma

L'allenatore ha proseguito, tirando un primo bilancio della stagione del Milan e riconoscendo i meriti della sua squadra fino a questo momento: "Tutti avrebbero firmato per essere qui a questo punto, ma non dobbiamo accontentarci. Abbiamo alzato le aspettative, abbiamo dimostrato di poter ottenere certi risultati". Infine, Pioli ha fatto un'analisi sulle differenze tra il calcio italiano e quello europeo: "In Europa si gioca con più ritmo e qualità, noi abbiamo giocato a Manchester con ritmo e qualità su un manto erboso perfetto, mentre in Italia è difficile trovare campi del genere. Siamo un pò indietro su tutto, in Italia dobbiamo migliorare un pò in tutti i settori".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche