Svezia, dopo Kulusevski positivo al Covid anche Svanberg

Europei

Dopo la positività dello spagnolo Busquets, altri casi di coronavirus fra i giocatori convocati per gli Europei. C’è apprensione nel ritiro svedese dopo la positività di Kulusevski, in isolamento come Svanberg che - a differenza dello juventino - nel pomeriggio si era allenato col resto del gruppo salvo poi interrompere la seduta una volta ricevuto l’esito del tampone. La Svezia esordirà contro la Spagna il 14 giugno

SPAGNA-SVEZIA LIVE

È allarme Covid anche nel ritiro della Svezia. Il trequartista della Juve Dejan Kulusevski è risultato positivo al Covid e salterà l’esordio contro la Spagna previsto per il 14 giugno. "Questa mattina Dejan ha informato l'equipe medica di avere sintomi di raffreddore - ha dichiarato il dottor Valentin -, è stato immediatamente testato per il coronavirus e il risultato è stato positivo. Da allora è stato tenuto isolato dal resto del gruppo ed è rimasto a Stoccolma mentre il resto della squadra si è spostato a Goteborg". L’annuncio è stato dato durante una conferenza stampa. Successivamente, si è tenuta una sessione di allenamento. Poco prima di iniziare, si è visto il centrocampista del Bologna Mattias Svanberg interrompere la seduta e, dopo un colloquio col medico della nazionale, allontanarsi dal campo. In serata la Federazione svedese ha diramato un comunicato per fare il punto della situazione ufficializzando la seconda positività: "Poco prima dell'inizio dell'allenamento, abbiamo ricevuto la comunicazione della positività al test di Mattias Svanberg". Il ragazzo è in isolamento in albergo: "Il test sarà riesaminato e saranno eseguiti nuovi test. Martedì si è tenuto un incontro con l'equipe medica dove sono state discusse varie misure per limitare il rischio di contagio". In queste ore verrà testato nuovamente anche il gruppo squadra.

Kulusevski non sarà sostituito

approfondimento

I 30 giocatori più preziosi in campo agli Europei

Il trequartista della Juventus avrebbe riportato una carica virale molto bassa ed è subito stato messo in isolamento. Per lui niente viaggio dunque a Goteborg, dove la Nazionale gialloblù preparerà le prime tre partite della manifestazione continentale. Lo stesso Andersson aveva fatto sapere nel pomeriggio che non sostituirà il giocatore. Il regolamento, infatti, permette il reintegro in caso di negativizzazione solo se il giocatore rimane nella lista e non viene sostituito.