Rashford, il murales per il giocatore dell'Inghilterra ripulito dagli insulti

Europei
©IPA/Fotogramma

L'opera dedicata all'attaccante della Nazionale inglese a Withington, imbrattata dopo il rigore sbagliato nella finale con l'Italia, è stata ridipinta. I tifosi intanto avevano coperto con messaggi di solidarietà gli insulti. E l'Inghilterra ribadisce tutto il proprio sostegno: "Marcus, Sancho e Saka i nostri Tre Leoni"

Il murales di Marcus Rashford torna a splendere. Sono state ore particolari per l'Inghilterra dopo la sconfitta nella finale degli Europei di Wembley contro l'Italia. Prima lo sdegno e le prese di posizione, poi i tanti messaggi di solidarietà. Un sostegno che in molti hanno voluto far sentire all'attaccante del Manchester United oltre che a Jadon Sancho e Bukayo Saka, quando le polemiche sui rigoristi scelti dal ct Southgate si sono trasformate in insulti razzisti. Rivolti ai giovani giocatori prima attraverso i social media e poi con alcune scritte offensive, come quelle con cui ignoti avevano imbrattato dopo la partita il murales dedicato al calciatore dei Red Devils presente a Withington, la città natale del classe '97. L'opera, tra l’altro nata nel novembre 2020 per rendere omaggio all'impegno del giovane campione inglese per il sociale, nella giornata di oggi è stata definitivamente ripulita. La testimonianza sui profili social del Manchester, dove è apparso il messaggio: "L’amore vince sempre". Un riferimento ai tanti cuori colorati che, fin dal primo momento, in molti avevano affisso sui teli di plastica utilizzati per coprire gli insulti. "I messaggi che ho ricevuto oggi sono stati positivamente travolgenti e vedere la risposta a Withington mi ha fatto venire le lacrime", aveva scritto Rashford in un lungo post in cui si diceva dispiaciuto per l'errore dal dischetto, ma orgoglioso delle sue origini nel sud di Manchester. 

Il tweet dell’Inghilterra

vedi anche

Rashford: "Non mi scuserò mai per quello che sono"

Intanto, dopo la ferma condanna arrivata da parte del primo ministro Boris Johnson e del principe William, l'Inghilterra ha ribadito la propria vicinanza a Rashford, Sancho e Saka con un bellissimo tweet pubblicato sul proprio profilo ufficiale. I tre giocatori, presi di mira perché ritenuti responsabili della sconfitta della Nazionale inglese, sono stati ritratti sconsolati dopo i rispettivi errori dagli undici metri, ma con l'ombra di tre leoni, richiamata anche nella descrizione della foto: "Our three lions". Un'immagine poetica scelta in riferimento al simbolo dell'Inghilterra che è diventata subito virale nella lotta a ogni forma di discriminazione. 

3 lions

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche