Del Piero: "Buon compleanno Cristiana". E la Girelli si commuove. VIDEO

#CASASKYSPORT

La numero 10 della Juventus femminile festeggia 30 anni e lo fa in diretta a #CasaSkySport: l'ex capitano bianconero le invia un videomessaggio e lei si commuove. "Ho iniziato a giocare sognando di vestire la maglia di Del Piero e ci sono riuscita". Altre sorprese da compagne di club e Nazionale. "Ora guardo al futuro, punto a Europei e finale di Champions a Torino nel 2022"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Trentesimo compleanno in compagnia di #CasaSkySport per Cristiana Girelli, attaccante della Juventus femminile che in stagione ha segnato 17 reti in 19 gare ufficiali in bianconero. "Le idee per festeggiare erano tante, anche folli con le amiche e compagne di squadra - racconta - la vita però è imprevedibile, decide sempre il destino. Sono contenta di festeggiare qui con la mia famiglia e la mia nipotina Chicca". E con degli auguri speciali: quelli inviati da Alessandro Del Piero. "Per me è bello sapere di essere fonte di ispirazione anche per delle calciatrici - le parole dell'ex capitano della Juventus - anche per te finalmente è arrivato questo momento. Ora l'esempio siete voi, tocca a voi non mollare. Il calcio femminile deve ripartire alla grande e tocca a voi della Nazionale. Da 10 a 10, auguri di buon compleanno". Parole in grado di commuovere Cristiana: "Grazie Alex, sei fantastico - le sue parole - mi avete fatto un regalo enorme. Un giorno avrei voluto indossare la sua maglia numero 10 della Juventus e ce l'ho fatta. Ho provato a fare gol e vivere emozioni come l'ha fatto lui, soprattutto lui ha regalato sorrisi alla gente con la sua umiltà: Alessandro è stato un grandissimo calciatore ma anche un grandissimo uomo".

Gli auguri bianconeri: sorprese Rosucci e Caruso

In collegamento con #CasaSkySport ci sono a sorpresa anche Arianna Caruso e Martina Rosucci, compagne di squadra nella Juventus: "Lei ama imitare, fa sempre tante battute ed è rumorosa - dicono di Cristiana -  sa fare squadra". Gli auguri arrivano anche da Sara Gama, che in bianconero indossa la fascia da capitano: "Lei è una che tende a tenersi tutto dentro, ma è un esempio - la definisce la Ghirelli - ci chiamiamo stelle perché quando giocavamo a Brescia insieme ed eravamo allenate da Milena Bertolini la nostra allenatrice. Ll'11 agosto ci chiese se avessimo visto delle stelle cadenti. Le dissi che ne avevo vista una anche in quel momento e andai giù per terra. Di lì chiamiamo stelle". Tutte sono legate da una partita che la Ghirelli ritiene indimenticabile: "La sfida contro la Fiorentina a Torino - la definisce la Girelli - quando ci hanno detto che avremmo giocato allo Stadium ci chiedevamo chi sarebbe venuto. Ci aspettavamo 15 mila presenze, poi al giovedì abbiamo saputo che era tutto sold out: è stato bellissimo".

Happy Bday Cristiana: i messaggi delle Azzurre

Le compagne della Nazionale le fanno gli auguri con tanti video-messaggi: Daniela Sabatini, Valentina Bergamaschi, Laura Fusetti, Elena Manuela Giugliano, Stefania Tarenzi e Benedetta Glionna la salutano. Omaggi che spingono la Girelli a tracciare bilanci parziali della carriera: "Ho giocato con tantissime calciatrici, dalla Panico alla Gabbiadini. Ho apprezzato leadership e personalità, poi penso alla Stefanelli per solidità difensiva, alla Sabatino per qualità in area, la capacità d'inserimento di Martina Rosucci, la rapidità di Barbara Bonansea. Della Caruso sono certa che sentiremo parlare più avanti". Tra gli auguri speciali c'è anche quello di Ilaria Mauro della Fiorentina: "In attacco ogni tanto ci giochiamo il posto, lei è una che ti vuole bene e te lo fa sentire in campo". 

"Euro 2022, ci credo. Sogno finale Champions allo Stadium"

Voci e volti che ricordano il Mondiale 2019: "Mi ha lasciato una voglia pazzesca di giocare, migliorarmi e rivivere le emozioni condivise con tutti gli italiani in un mese e mezzo" ammette la Girelli. Il prossimo grande obiettivo in Azzurro ora sono gli Europei rinviati a luglio 2022: "Trovo giusto che il calcio femminile abbia la sua finestra. Credo sia giusto pensare che avremo un anno di esperienza in più. Il resto non lo dico (sorride, ndr)". In bianconero invece "giocare la finale di Champions League nel 2022 allo Stadium sarebbe il coronamento di una carriera". Anche sul futuro i piani sono chiari: "Per me è un onore indossare la maglia della Juve, a Brescia sono legatissima emotivamente ma la Juve è sempre stata la mia squadra sin da piccola. In Italia non mi vedo con altre maglie che non siano la Juve o il Brescia".

CALCIO: SCELTI PER TE