Barcellona Real Madrid, spettacolo al Camp Nou: "We color football" per il Clásico

Liga

Scorre il countdown in Spagna per il Clásico al Camp Nou, sfida che il pubblico del Barcellona accoglierà con una scenografia imperdibile. Al grido di "We color football", infatti, i tifosi blaugrana presenteranno un mosaico reversibile dagli effetti spettacolari

REAL MADRID, LOPETEGUI CONFERMATO FINO AL CLÁSICO

LEO MESSI SALTA BARCELLONA-REAL MADRID

RISULTATI E CLASSIFICA DELLA LIGA

Tutto è pronto per il match più atteso in Spagna, Clásico numero 177 in programma domenica alle 16.15 al Camp Nou. Non può che essere Barcellona-Real Madrid la sfida d’obbligo nella Liga, incrocio che ammette il confronto in panchina tra Valverde e il pericolante Lopetegui. Non ci saranno invece i rivali Leo Messi e Cristiano Ronaldo rispettivamente infortunato e trasferitosi alla Juventus, prima volta senza uno dei due fenomeni in campo addirittura da 11 anni. A non mancare sarà lo spettacolo del Camp Nou offerto dai tifosi presenti: il pubblico del Camp Nou accoglierà il match con un mosaico dai colori significativi, naturalmente quelli blaugrana del Barça nonché il giallo e il rosso della bandiera della Catalogna.

Un messaggio non casuale al cospetto dei Blancos, manifesto della Castiglia e della centralità politica della Spagna agli antipodi con lo spirito indipendentista catalano. A rendere speciale la scenografia del pubblico di casa sarà la scelta reversibile del mosaico: prima del fischio d’inizio del match, infatti, lo stadio accoglierà 90mila cartelloni a formare il messaggio "Coloriamo il calcio" ("Damos color al fútbol"). La preparazione dello show ammetterà due fasi: in un primo momento verrà rappresentato il testo "We color football" con lettere gialle su sfondo blu. Poi, al momento dell’inno del Barcellona, i presenti rovesceranno i propri cartelloni adottando i colori sociali del Barça pur mantenendo il messaggio iniziale. Non sarà il primo mosaico esibito in un Clásico, esordio scenografico risalente al 7 marzo 1992 ovvero più di 26 anni fa.

I più letti