Spagna, Casillas si candida alla presidenza della Federcalcio

Liga
©Getty

Dopo l'infarto dello scorso maggio, il portiere (ancora sotto contratto con il Porto) avrebbe comunicato la sua decisione al Consiglio superiore dello sport: sarà lui il rivale di Luis Rubiales alle prossime elezioni per la presidenza della Federcalcio spagnola

Iker Casillas verso una vita da dirigente, dopo il grande spavento e la riabilitazione sul campo. Obiettivo? Subito la presidenza della RFEF, la Federazione calcistica della Spagna. Secondo il programma El Larguero di Cadena Ser, lo storico portiere del Real e della Roja, 39 anni il prossimo maggio, ha già reso nota la sua decisione al Consiglio superiore dello sport. Casillas sfiderà dunque Luis Rubiales nelle prossime elezioni, in programma a marzo, e si sarebbe già incontrato nelle ultime settimane con alcuni ex compagni di squadra in nazionale per valutare l'opzione di accompagnarlo in questa nuova avventura. E già spopolano i sondaggi: quello di Marca ha evidenziato che ben il 94% dei tifosi supporterebbe la candidatura di Iker, sempre amatissimo in patria nonostante gli ultimi anni fuori dalla Spagna.

Verso il ritiro

Ad oggi, Casillas è ancora sotto contratto con il Porto dov'era arrivato nel 2015. Poi 156 presenze, il double campionato più Supercoppa nel 2018 e il drammatico allenamento dello scorso 1 maggio, quando il portiere era stato colpito da infarto. Nei mesi successivi il club portoghese l'ha aspettato, sia inserendolo nella lista della Primeira Liga in corso sia garantendogli un futuro da dirigente. Il ritorno in campo non è più arrivato, con Casillas che già lo scorso mese ventilava a Radio Marca l'ipotesi del ritiro. La carriera da dirigente, invece, potrebbe presto partire dai vertici spagnoli.

I più letti