Neymar, duro comunicato dei tifosi PSG: "Ha mancato di rispetto, non può più sbagliare"

Ligue 1

Dopo il mancato trasferimento al Barcellona e la conseguente permanenza al PSG, i tifosi parigini hanno emesso un duro comunicato nei confronti dell'attaccante brasiliano: "Ha mancato di rispetto alla nostra maglia, per lui ci sarà indifferenza. Ora non può più sbagliare: il percorso di redenzione sarà molto lungo"

NEYMAR RESTA AL PSG: IL RETROSCENA DI MERCATO

NEYMAR: "TUTTI SANNO CHE VOLEVO ANDARE AL BARCELLONA"

MESSI: "NEY VOLEVA TORNARE, NON SO SE HANNO FATTO IL POSSIBILE"

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

Nel corso dell'ultima sessione di calciomercato è stato al centro di una vera e propria telenovela, ma alla fine Neymar è rimasto al Paris Saint Germain. Niente Barcellona per l'attaccante brasiliano, che dopo essere arrivato in Francia proprio dai blaugrana nell'estate 2017 per la cifra record di 222 milioni di euro ha più volte espresso - più o meno velatamente - la voglia di tornare in Catalogna. Fuori causa durante tutto il periodo estivo non solo per la querelle di mercato, ma anche per un infortunio, Neymar è adesso pronto a fare il suo esordio stagionale in Ligue 1 con il PSG nella gara contro lo Strasburgo in programma sabato 14 settembre. Ma la situazione intorno a lui non è delle migliori: il gruppo Collectif Ultras Paris, tra le frange più calde del tifo parigino, ha infatti emesso un duro comunicato nei confronti dell'attaccante brasiliano.

"Non può più sbagliare, il percorso di redenzione sarà molto lungo"

Parole chiare quelle della tifoseria organizzata (Cup), che ha invitato il resto dei sostenitori del PSG a mantenere un atteggiamento distaccato nei confronti di Neymar, reo a loro modo di vedere di non aver rispettato la maglia del club. "Dal punto di vista calcistico, Neymar è uno dei più grandi talenti della sua generazione. Quello che rimproveriamo al giocatore - scrive il Collectif Ultras Paris - è di aver mancato di rispetto al club in diverse occasioni e di averlo persino umiliato a volte. Ha studiato una disastrosa strategia di comunicazione per lasciare il club e per unirsi al Barcellona, uno dei nostri principali rivali a livello europeo, lasciando al suo entourage la cura di esprimere ogni suo pensiero al suo posto. In questo momento, quando non sono state fatte dichiarazioni pubbliche da parte sua e non sono arrivate nemmeno delle scuse, siamo leggittimamente più che scettici nel vederlo disputare ancora un'altra stagione con la nostra maglia. Non vogliamo penalizzare tutta la squadra per un solo giocatore, ma per ora ci sarà indifferenza nei suoi confronti. Per questo motivo invitiamo tutti i tifosi parigini che in qualsiasi momento si sono sentiti sconvolti, a mostrargli che non ha più il diritto di sbagliare e che il suo percorso di redenzione sarà lungo... molto lungo".

I più letti