Qualificazioni Mondiali, Argentina fermata dal Var: annullato gol vittoria a Messi

Mondiali
©Getty

La Seleccion non va oltre l'1-1 a Buenos Aires contro il Paraguay: Gonzalez pareggia il vantaggio ospite con Romero, a segno su rigore provocato dal viola Martinez Quarta. Annullato nel secondo tempo il gol del 2-1 a Messi. Lautaro in campo dal 1' nonostante gli acciacchi

INTER, SANCHEZ SI FERMA CON IL CILE: LE NEWS

Finisce con un pareggio e una buona dose di polemiche la sfida tra Argentina e Paraguay, valida per la terza giornata di qualificazioni ai Mondiali 2022: nella serata della Bombonera l'episodio più contestato arriva al 54', quando l'intervento del Var annulla il gol vittoria di Leo Messi per un fallo del compagno di squadra Gonzalez in avvio di azione. A Buenos Aires la rete di Angel Romero aveva portato in vantaggio gli ospiti al 22', con pareggio di Nicolas Gonzalez, laterale dello Stoccarda, al 41'. Nel mezzo c'è stato il brutto infortunio rimediato da Exequiel Palacios: il centrocampista del Bayer Leverkusen è finito in ospedale con una sospetta lesione alla zona lombare dopo una violenta ginocchiata di Romero. Intervento non sanzionato dall'arbitro, il brasiliano Raphael Claus, che ha fatto infuriare l'Argentina anche al 14' del primo tempo, quando Messi - autore di una prova non brillante - è stato atterrato in area paraguaiana, ma nè l'arbitro nè i suoi collaboratori hanno deciso di fischiare calcio di rigore.

Gli "italiani" dell'Argentina: in tre in campo dal 1'

Serata amara per gli "italiani" che giocano nell'Albiceleste. Il difensore della Fiorentina Martinez Quarta ha provocato con un intervento in ritardo in area su Almiron il calcio di rigore trasformato da Romero per lo 0-1. Anche Lautaro Martinez è sceso in campo dal primo minuto nonostante il fastidio al muscolo ischio-tibiale che l'aveva costretto a svolgere lavoro differenziato nei giorni che hanno preceduto la gara. L'attaccante dell'Inter ha stretto i denti, ha avuto una grossa occasione (tiro a lato) al 48' per segnare ed è rimasto in campo per 83 minuti, fino al momento della sostituzione con Nico Dominguez del Bologna. Maglia da titolare a centrocampo anche per Rodrigo De Paul dell'Udinese, panchina per il Papu Gomez dell'Atalanta. A fine partita il Ct argentino Lionel Scaloni ha ammesso la prova opaca dei suoi, senza però nascondere il disappunto per le decisioni arbitrali: "Il Var avrebbe potuto intervenire decine di volte e non l’ha fatto. Non voglio parlare di malafede, ma che ci si metta d’accordo per uniformare i criteri di giudizio". Sette i punti dell'Argentina, prima nel girone, con prossimo impegno in calendario in Perù mercoledì 18 novembre.

 

ARGENTINA-PARAGUAY 1-1

22' rig. Romero (P), 41' Gonzalez (A)

Var protagonista anche in Bolivia-Ecuador 2-3

La tecnologia è stata protagonista anche nell'altra partita giocata, quella tra Bolivia ed Ecuador, vinta per 2-3 dagli ospiti. A decidere la gara è stato il rigore realizzato da Gruezo all'88', provocato da un tocco di mano del centrale boliviano Jusino non visto dall'arbitro e segnalato dalla sala Var. La Bolivia è passata in vantaggio al 37' del primo tempo con Arce ma l'Ecuador ha rimontato in avvio di secondo tempo con i centri di Beder Caicedo e Mena tra il 46' e il 55'. La risposta dei padroni di casa è arrivata con il 2-2  di Moreno Martins all'ora di gioco. Parità interrotta dal rigore di Gruezo, che permette a La Tricolor di conquistare la seconda vittoria di fila dopo il 4-2 all'Uruguay e salire a quota 6 punti in classifica. A completare il quadro tra la serata di giovedì e la notte di venerdì (ora italiana) ci saranno Colombia-Uruguay, Cile-Perù e Brasile-Venezuela.

 

BOLIVIA-ECUADOR 2-3

37' Arce (B), 46' B. Caicedo (E), 55' Mena (E), 60' Moreno Martins (B), 88' rig. Gruezo (E)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche