Ibra squalificato dopo Spagna-Svezia: salta i playoff mondiali

Mondiali

Una spallata volontaria alla schiena di Azpilicueta costa cara a Ibrahimovic e alla Svezia, che a marzo dovrà affrontare la semifinale degli spareggi per andare ai Mondiali senza il suo giocatore-simbolo, ammonito e squalificato. Un giallo che però gli permette di evitare la prova tv. "Playoff? Non so nemmeno se sarò ancora vivo", le parole di Ibra

COME FUNZIONANO I PLAYOFF MONDIALI

Non è finita certo come speravano gli svedesi: non solo la Svezia dovrà passare dai playoff per cercare di prendere il treno Mondiale che porta il Qatar, ma lo dovrà fare anche rinunciando a Zlatan Ibrahimovic nella prima partita degli spareggi. Tutta “colpa” di un’ammonizione, rimediata da Ibra nel finale di gara contro la Spagna: diffidato, verrà squalificato e salterà la prossima gara.

Ibra entra nel finale ma non incide

leggi anche

Spagna e Serbia in Qatar, Portogallo ai playoff

Spagna-Svezia era un vero e proprio spareggio per il primo posto, con le Furie Rosse avvantaggiate dal fatto di avere due risultati su tre dalla loro parte, forti di un punto in più in classifica. Alla Svezia, invece, solo una vittoria avrebbe garantito l’accesso diretto al Mondiale e allora, quando al 73’ il risultato ancora non si schiodava dallo 0-0, il Ct Andersson ha pensato che fosse l’ora di giocarsi la carta Ibrahimovic. Cambia poco, anzi, a 4’ dalla fine è addirittura la Spagna a trovare il gol con Morata, che mette al sicuro il primo posto nel girone. E Ibra, probabilmente innervosito, la combina grossa.

 

La spallata di Ibrahimovic ad Azpilicueta

approfondimento

Guida ai playoff Mondiali: date, sedi, squadre

Minuto 91, la Svezia riempie l’area spagnola per un ultimo assalto finale e Ibrahimovic colpisce con una spallata alla schiena Azpilicueta. Un fallo inutile, un colpo volontario (nonostante poi Ibra nel rialzarsi cerchi di simulare tutto il suo stupore, facendo credere di essere stato a sua volta “tamponato”) che non sfugge all’arbitro Brych. Giallo immediato, Ibrahimovic era già diffidato e sarà dunque squalificato per la semifinale dei playoff.
 

Potrà tornare per l’eventuale finale, e allora paradossalmente Ibrahimovic può anche ritenersi soddisfatto così, dato che il cartellino estratto dall’arbitro esclude l’uso della prova tv, che avrebbe potuto fermarlo anche per due partite.

"Playoff? Non so nemmeno se sarò ancora vivo"

approfondimento

Rischio playoff: regolamento e possibili avversari

"I playoff? Vedremo cosa otterremo, non so nemmeno se sarò ancora vivo per i playoff", ha commentato Ibra parlando ai media svedesi delle sfide che attenderanno la Svezia a marzo. "Abbiamo fatto una buona partita, siamo delusi per non essere arrivati primi, ma dobbiamo essere positivi".

Intanto la Svezia, che ha chiuso il girone con 15 punti, ha buone possibilità ma non ancora la certezza di finire tra le 6 teste di serie in vista dei sorteggi playoff: non riuscirci significherebbe poter trovare in semifinale anche il Portogallo di Cristiano Ronaldo. E sarebbe un vero peccato se il grande duello sfumasse per un giallo del genere.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche