Premier League, risultati classifica e gol della 26^ giornata: vince lo United, segna Sanchez

Premier League

Il Manchester United torna a vincere, accorcia a -13 dal City di Guardiola e consolida il secondo posto. La partita la decidono Lukaku e Sanchez - primo gol per lui - nel secondo tempo. Vittorie anche per Southampton (segna l’ex Juve Lemina), Bournemouth e Brighton. Leicester fermato sull’1-1 dallo Swansea

PREMIER LEAGUE: RISULTATI E CLASSIFICA

STOP PER IL CITY: 1-1 CONTRO IL BURNLEY

AUBAMEYANG SUBITO IN GOL, ARSENAL-EVERTON 5-1

MANCHESTER UNITED-HUDDERSFIELD 2-0

55' Lukaku (MU), 68' Sanchez (MU)

United di Mourinho in campo per accorciare sul City di Guardiola (a -13), ma soprattutto per rafforzare il secondo posto in attesa della partita del Chelsea, e di Liverpool-Tottenham. L’avversario è l’Huddersfield, che all’andata vinse addirittura 2-1; e un doppio ko per lo United contro una neopromossa non si verifica dal 1987 contro il Wimbledon. In campo c’è Alexis Sanchez, l’uomo in più arrivato a gennaio. Fuori invece Pogba, al suo posto c’è il giovane McTominay, centrocampista scozzese classe ’96. La partita è difficile, e bloccata. A inizio primo tempo ci prova Lingard a sbloccare il match, dunque ci prova anche Sanchez: entrambe le occasioni vengono però respinte da Lossl. Mourinho reclama poi anche un calcio di rigore: netto e clamorosamente negato allo United. Nella ripresa la zampata decisiva è di Lukaku, che anticipa tutti su cross di Mata per il vantaggio. Dodicesimo gol in campionato per il belga, 97° in Premier. Il calcio di rigore poi arriva per davvero, al 68’: Sanchez dal dischetto sbaglia, ma corregge in rete sulla respinta: il primo gol coi Red Devils. Finisce 2-0 per lo United.

BOURNEMOUTH-STOKE CITY 2-1

5' Shaqiri (SC), 70' King (B), 79' Mousset (B)

Quella tra Bournemouth e Stoke City poteva sembrare solo all’apparenza una sfida da metà classifica. In realtà la Premier è molto corta, e dall’undicesima posizione in giù ci sono appena 3 punti di distanza rispetto alla terzultima, che a fine anno retrocederà in Championship. Nessuno è quindi in salvo, nonostante il Bournemouth faccia un buon balzo in avanti battendo lo Stoke per 2-1. La partita la sblocca subito per i Potters l’ex Inter Shaqiri, dopo appena 5 minuti, che segna il suo primo gol di testa in 139 partite giocate tra i cinque principali campionati europei. Nella ripresa, dunque, il pareggio arriva al 70’ con King. E il gol del definitivo sorpasso al 79’ con Mousset di testa sugli sviluppi di una palla inattiva. Lo Stoke City scivola terz'ultimo in Premier.

BRIGHTON-WEST HAM 3-1

8' Murray (B), 30' Hernandez (WH), 59' Izquierdo (B), 75' Groß (B)

È stata invece una partita storica quella tra Brighton e West Ham, anche se la fortuna sarebbe potuta capitare a una qualsiasi delle altre squadre in campo nel pomeriggio di Premier. È stata infatti la gara numero dieci mila nella storia del campionato inglese di calcio. Un match vinto 3-1 dal Brighton, subito in vantaggio nel primo tempo con Murray. Il pareggio è poi arrivato grazie al Chicharito Hernandez, uno di quei giocatori che continua sempre a segnare: con un gran gol, saltando l’uomo in area, e piazzando il pallone sotto la traversa. È nella ripresa però che la partita pende verso i padroni di casa. Prima in gol con Izquierdo per il nuovo vantaggio, un tiro perfetto da fuori area all'incrocio dei pali, dunque con Groß per il 3-1 finale. 

LEICESTER-SWANSEA 1-1

17' Vardy (L), 53' Fernandez (S)

Il Leicester viene fermato sul pareggio dallo Swansea, mancando il sorpasso in classifica sul Burnley settimo in campionato. Lo Swansea invece fa un piccolo passo fuori dalla zona retrocessione, superando lo Stoke e agganciando il Newcastle (che ha però ancora una partita da giocare). Al vantaggio di Vardy - che segna solo davanti al portiere su assist di Iheanacho - risponde l'ex Napoli Fernandez, di testa, nella ripresa. In questa partita altro record assoluto in Premier di questo pomeriggio: Alfie Mason - centrale di difesa dello Swansea - ha giocato la 50^ partita consecutiva da titolare in campionato: mai nessuno come lui.

WEST BROMWICH ALBION-SOUTHAMPTON 2-3

4' Hegazy (WBA), 40' Lemina (S), 43' Stephens (S). 55' Ward-Prowse (S), 73' Rondon (WBA)

Finisce invece con uno spettacolare 2-3 la partita tra WBA e Southampton. I padroni di casa rimangono ultimi in classifica, nonostante il vantaggio di Hegazy dopo solo 4 minuti di gioco. La gara viene infatti ribaltata già nel primo tempo, prima col pareggio dell’ex Juventus Lemina - prima rete in Premier con un bolide sotto la traversa per lui - dunque col vantaggio di Stephens, arrivato soltanto tre minuti più tardi al 43’. Nella ripresa Ward-Proswe su punizione chiude i giochi, e il gol di Rondon del finale non serve a riaprire la gara. Saints a +2 sulla zona retrocessione.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche