Premier, c'è Tottenham-Arsenal. Conte in bilico ritrova il West Brom

Premier League

Si parte sabato alle 13.30 con il derby di Londra tra Spurs e Gunners. Alle 18.30 il City ospita il Leicester, domenica in campo le inseguitrici Manchester United e Liverpool. Conte nel Monday Night affronta il West Brom, contro cui festeggiò la vittoria del titolo esattamente 9 mesi fa

RISULTATI E CLASSIFICA DI PREMIER LEAGUE

TOTTENHAM-ARSENAL (sabato 10 febbraio ore 13.30, diretta su Sky Sport 3 HD)

Dopo l'incredibile finale di gara contro il Liverpool, un altro test impegnativo per gli Spurs: l'Arsenal, caduto contro lo Swansea a fine gennaio, si è già risollevato con il 5-1 all'Everton, mandando in gol anche il nuovo acquisto Aubameyang. Il neo-centenario Harry Kane ha segnato 6 gol in 6 incroci di campionato con i Gunners, "saltando" solo quello dell'andata (2-0 per l'Arsenal) che coincide con l'unica vittoria della squadra di Wenger negli ultimi 7 scontri diretti. Dovesse ripetersi anche al ritorno, l'Arsenal riuscirebbe a fare "doppietta", vincendo il derby con il Tottenham sia in casa che in trasferta, per la quarta volta nella sua storia. Missione non impossibile, dato che i Gunners sono la squadra che ha vinto più derby di Londra in trasferta (52).

MANCHESTER CITY-LEICESTER (sabato 10 febbraio ore 18.30, diretta su Sky Sport 3 HD)

City imbattuto da 25 partite casalinghe: l'ultima squadra a mettere insieme una striscia del genere fu il Chelsea (26), interrotta nell'aprile 2014. In casa si trova benissimo Aguero in particolare, in gol in tutte le ultime 6 gare all'Etihad (10 in tutto) e alla ricerca della settima di fila, un record per lui. Sul fronte opposto Vardy, 3 gol al Manchester City e tutti in un'unica partita, la vittoria per 4-2 del Leicester datata 10 dicembre 2016. Rapporto complicato per le Foxes con le "capoliste": le ultime 9 volte che ha affrontato la prima della classe è sempre uscita sconfitta, segnando appena 3 gol e incassandone 20.

NEWCASTLE-MANCHESTER UNITED (domenica 11 febbraio ore 15.15, diretta su Sky Sport 3 HD)

Domenica si parte con Huddersfield-Bournemouth (ore 13), poi in campo le inseguitrici. La banda Mourinho trova il Newcastle, contro cui ha vinto 9 degli ultimi 13 incontri di Premier al St. James' Park, perdendo solo quello del gennaio 2012. Inoltre il Newcastle ha preso più gol dallo United che da qualsiasi altra squadra della Premier e ha evidenti problemi ad arginare Lukaku, ogni volta che lo incontra: per il belga gol o assist assicurato ogni 65 minuti di gioco contro i Magpies.

SOUTHAMPTON-LIVERPOOL (domenica 11 febbraio ore 17.30, diretta su Sky Sport 3 HD)

Poco dopo scende in campo il Liverpool terzo (a -5 dal Man Utd e a 18 punti dalla vetta), fresco del sorpasso in classifica sul Chelsea. Il Southampton invece, con la vittoria sul West Brom, ha appena interrotto la striscia di 12 partite senza vittoria in Premier: non ne infila due di seguito, però, dall'aprile 2017. All'andata finì 3-0 per i Reds, mentre gli ultimi due precedenti al St. Mary's Stadium hanno prodotto appena un gol, dopo che ne erano stati segnati addirittura 12 nei due prima ancora (1-6 e 3-2). Bilancio non entusiasmante per Klopp contro i Saints, che sono la squadra che ha affrontato più volte da quando è alla guida del club: solo 2 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte. Gara dell'ex per il costosissimo van Dijk.

CHELSEA-WEST BROM (lunedì 12 febbraio ore 21, diretta su Sky Sport 3 HD)

Il Monday Night vede scendere in campo il Chelsea, proprio contro la squadra che significò la vittoria matematica del titolo nella scorsa stagione e a 9 mesi esatti da quella giornata. Grande curiosità per quella che sarà la reazione degli uomini di Conte dopo le ultime due disfatte (0-3 con il Bournemouth, 4-1 dal Watford) che hanno fatto tremare la panchina dell'ex Ct. Anche il West Brom viene da due ko e, proprio contro Conte, ha perso 3 precedenti su 3 segnando solo un gol. Alan Pardew cercherà ugualmente di andare a caccia di un singolare record: a Stamford Bridge ha già vinto alla guida di due club diversi (Newcastle and Crystal Palace); nessuno ci è mai riuscito con tre squadre. Certo, il suo eventuale record significherebbe quasi certamente esonero per Antonio Conte. Altro che titolo...

12 maggio 2017: l'1-0 al West Brom consegna a Conte e al suo Chelsea il titolo. Sembra un ricordo lontano, sono passati solo 9 mesi

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche